Il WiMax senza Lte è una bufala?

MobilityNetworkWlan

La banda larga senza fili inciampa nelle prime critiche e in problemi di monetizzabilità

Il WiMax senza Lte forse è una bufala. Iniziano a serpeggiare i dubbi sull’effettiva tenuta del segnale della banda larga senza fili che promette invece di azzerare il Digitalo divide in Italia e nel mondo. Il provider WiMax australiano

Buzz Broadband avrebbe puntato l’indice contro l’affidabilità di questa tecnologia, accusata di offrire prestazioni “inesistenti già a soli due Km dalla stazione radio base, le prestazioni in ambienti interni decadono già a 400 metri e la latenza raggiunge i 1000 millisecondi” (fonte: Commsday.com ).

Su Betanews si prevede che solo l’integrazione fra WiMAX e LTE (Long Term Evolution) porterà a un servizio veramente monetizzabile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore