Il wireless convergente di Symbol

NetworkReti e infrastrutture

Wi-Fi, Rfid, Vowlan (Voice over Wireless Lan), Mesh e Wimax su un’unica
piattaforma

Da Symbol Technologies arriva una nuova architettura, chiamata dall’azienda Wireless Next Generation (Wi-Ng), che consentirà di installare e gestire da un’unica postazione centrale tutte le unità wireless a radio frequenza per la voce, i dati e l’infrastruttura.

Wi-Ng permetterà di consolidare le reti Wi-Fi, Rfid, Vowlan (Voice over Wireless Lan), Mesh e Wimax su un’unica piattaforma integrata per lo switching in radiofrequenza. L’architettura sarà alla base di una nuova generazione di applicazioni di produttività. La nuova piattaforma applicherà alla tecnologia Rfid lo stesso concetto dello switching centralizzato che l’azienda ha portato nelle reti wireless, con un aumento della sicurezza, della facilità di gestione e della scalabilità.

Piuttosto che sviluppare reti separate, l’architettura Wi-Ng permetterà alle aziende di consolidarle in un unico dominio. In questo modo, sarà possibile implementare dei sistemi integrati Rfid con le stesse caratteristiche di sicurezza e scalabilità di una rete Wi-Fi. Inoltre, sarà possibile portare le reti wireless oltre le mura della sede, con una rete mesh gestita centralmente che offrirà le stesse funzionalità di sicurezza, facilità di gestione e integrazione.

Alla base dell’architettura Wi-Ng c’è un dispositivo modulare basato sul sistema operativo Linux, che garantisce la separazione tra i livelli dell’infrastruttura, dei servizi, delle applicazioni e della gestione. Le funzionalità di gestione permettono di controllare e gestire i terminali wireless attraverso tutto lo spettro della radiofrequenza, per assicurare la massima disponibilità e le migliori prestazioni dell’infrastruttura, e monitorare la rete wireless. Il Wireless Intrusion Protection System permette infine di estendere i servizi ?location based? a tutta l’azienda, individuare rapidamente le unità collegate e bloccare tutte le potenziali minacce, in modo da assicurare una protezione continua contro gli accessi non autorizzati e gli attacchi alla rete Wi-Fi.

L’architettura Wi-Ng, infine, supporta il roaming di layer 3, per gestire le reti su più piani o in più edifici anche remoti della sede aziendale. Questa funzionalità viene garantita senza che questo comprometta le prestazioni, la connettività e il consumo delle batterie dei terminali. Gli utenti mobili resteranno sempre connessi durante gli spostamenti e potranno utilizzare applicazioni voce, video e dati senza discontinuità dei servizi.

I telefoni Voip dual-mode potranno passare in modo trasparente dalla rete Wi-Fi a quella cellulare, per consentire all’utente di utilizzare la connessione migliore tra quelle disponibili. Lo switch wireless Symbol WS5100 sarà il primo prodotto a utilizzare la nuova architettura Wi-Ng entro la fine del 2006, e permetterà di costruire reti mesh 802.11 ?switch-assisted? .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore