Il World Wide Web Consortium Pubblica le Raccomandazioni RDF et OWL per il Web semantico

NetworkProvider e servizi Internet

Due tecnologie chiave per il Web semantico: la specifica Resource
Description Framework e il linguaggio Web Ontology Language.

Approvazione definitiva per i due linguaggi base: il progetto del Web Semantico compie un passo decisivo. OWL è un linguaggio per definire ontologie strutturate basate sul Web che permettano maggiore integrazione ed interoperabilità di dati tra applicazioni. I primi ad adottare questi standard comprendono bioinformatici e comunità mediche, gruppi industriali e governi. OWL permette una gamma di applicazioni descrittive come la gestione di portali Web, gestione di collezioni, ricerche basate sul contenuto, abilitando agenti intelligenti, servizi web e ubiquitous computing. OWL è un Web Ontology Language. Dove i primi linguaggi sono stati usati per sviluppare strumenti e ontologie per specifiche comunità di utenti (in particolare nelle scienze e in applicazioni di e-commerce specifiche di aziende), essi non erano stati definiti per essere compatibili con l’ architettura del World Wide Web in generale e del Semantic Web in particolare. OWL ovvia a questo inconveniente utilizzando URI per nominare e il linking fornito da RDF per aggiungere le seguenti capacità alle ontologie: Abilità di essere distribuite tra più sistemi; Scalabilità per le necessità del Web; Compatibilità con gli standard Web per quanto riguarda l’accessibilità e l’ internazionalizzazione; Apertura ed estensibilità OWL fornisce un linguaggio per definire ontologie strutturate basate sul Web che permettono un integrazione ed un’ interoperabilità maggiore di dati tra comunità che descrivono il loro dominio di conoscenza. OWL si basa su RDF Model and Schema e aggiunge un vocabolario più ampio per descrivere proprietà e classi: tra le altre, relazioni tra classi (ad esempio disgiunzione), cardinalità (ad esempio esattamente uno), uguaglianza, tipizzazione più ricca di proprietà, caratteristiche di proprietà (ad esempio simmetria) e classi enumerate. RDF – Resource Description Framework – è un modo standard per fare semplici descrizioni. Quello che XML è per la sintassi, RDF lo è per la semantica: un insieme chiaro di regole per fornire semplici informazioni descrittive. RDF Schema fornisce quindi un metodo per combinare queste descrizioni in un singolo vocabolario. Come passo successivo serve un modo per sviluppare vocabolari specifici per un soggetto o dominio. Questo è il ruolo di un’ontologia. Un’ontologia definisce i termini usati per descrivere e rappresentare un’area di conoscenza. Le ontologie sono usate da persone, database e applicazioni che necessitano di condividere informazioni relative ad uno specifico contesto (dominio) come medicina, manifattura di strumenti, beni reali, riparazione di auto, gestione finanziaria, ecc.. Le ontologie comprendono definizioni utilizzabili da computer di concetti di base nel dominio e le relazioni tra essi. Codificano conoscenza in un dominio e anche conoscenza che abbraccia più domini. In questo modo rendono quella conoscenza riusabile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore