Importante accordo per la sicurezza informatica delle banche

CyberwarSicurezza

Una convenzione di durata triennale tra l’A.B.I. e la Polizia Postale e
delle Comunicazioni attivera’ tutte le sinergie utili a prevenire
attacchi contro i sistemi informatici e telematici delle banche.

ROMA. Intesa tra Ministero dell’Interno – Dipartimento di P.S. e Associazione Bancaria Italiana (A.B.I.), per proteggere i sistemi informativi che gestiscono l’infrastruttura tecnologica delle banche da eventuali attacchi informatici. La Polizia Postale e delle Comunicazioni, insieme con l’Associazione Bancaria Italiana (A.B.I.) associazione che rappresenta gli Istituti di Credito italiani, sviluppera’ un piano di interventi per la prevenzione degli attacchi informatici. Il Capo della Polizia, Giovanni De Gennaro e il Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana (A.B.I.), dott. Maurizio SELLA, hanno sottoscritto di recente, presso il Ministero dell’ Interno, una convenzione destinata a sviluppare sinergie per migliorare la prevenzione e la repressione dei crimini informatici in danno delle infrastrutture tecnologiche bancarie. Alla firma dell’accordo erano presenti per il Viminale il Prefetto Pasquale Piscitelli, Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, il Direttore del Servizio Polizia Postale delle Comunicazioni dott. Domenico Vulpiani; per l’A.B.I., il Direttore Generale dott. Giuseppe Zadra, il dott. Domenico Santececca, Direttore Centrale, Responsabile aerea servizi di mercato, e il dott. Massimiliano Magi-Spinetti Responsabile settore Tecnologie e Sicurezza. Tale convenzione di durata triennale tra l’Abi e la Polizia Postale e delle Comunicazioni attivera’ tutte le sinergie utili a prevenire attacchi contro i sistemi informatici e telematici delle banche. L’accordo mira, inoltre, a migliorare il livello di conoscenza del settore bancario sui fenomeni legati agli accessi illeciti ai sistemi informativi e alla diffusione di virus attraverso le reti telematiche. E’ prevista infatti la possibilita’ di svolgere attivita’ formative congiunte in materia di sicurezza informatica, per il personale della Polizia Postale e delle banche. Presso la Polizia Postale e delle Comunicazioni e’ ormai in fase avanzata la realizzazione del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture critiche del Paese, che sara’ in collegamento costante con analoghi organismi di altri Paesi, con provider e gestori nazionali ed internazionali di Internet. Il centro fungera’, inoltre, da centrale di coordinamento informativo e investigativo per gli operatori delle strutture territoriali della Polizia Postale e delle Comunicazioni addetti alla prevenzione e alla repressione dei crimini informatici. Il tema della sicurezza informatica e’ ormai particolarmente sentito non solo in Italia ma in tutta l’Unione Europea e da quest’anno e’ operativa l’ Agenzia europea per la sicurezza delle reti elettroniche e dell’informazione (Enisa – European Network and Information Security Agency.). L’Agenzia ha lo scopo di combattere i cyber-criminali e le attivita’ dei gruppi terroristici svolte via Internet. La sede provvisoria e’ a Bruxelles (ma si attende una decisione definitiva). Obiettivo principale dell’Enisa e’ quello di costituire un punto di riferimento europeo che coordini le cellule di crisi nazionali gia’ esistenti, mettendole in grado di lavorare piu’ efficacemente. Il gruppo di esperti dell’Agenzia deve assistere gli organismi nazionali anche nella fase di preparazione e di prevenzione. Studiocelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore