In Belgio una sentenza condanna un Isp a evitare il download illegale degli utenti

CyberwarSicurezza

Un tribunale belga ha emesso una sentenza contro l’ex Tiscali Belgio che
potrebbe rivoluzionare, in Europa, i rapporti tra Isp e downloading illegale da
piattaforme Peer to peer

La società degli autori belga Sabam ha vinto una battaglia legale contro l’Internet Service Provider (Isp) Scarlet (ex Tiscali Belgio). La sentenza intima all’Isp di adottare misure tecniche di protezione per impedire il downloading illegale delle opere coperte dal diritto d’autore sotto Sabam, attraverso le piattaforme P2P. Entro otto giorni Belgacom dovrà bloccare o filtrare la condivisione sulla Rete di musica scaricata illegalmente. Il Provider ha risposto di essere responsabile solo per la trasmissione dei dati, ma non per il loro contenuto. L’Isp potrà adottare contromisure senza violare la privacy degli utenti: il braccio di ferro con la societa’ degli autori belga potrebbe avere esiti imprevisti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore