In Cina clonati gli Apple Store

CyberwarMarketingSicurezza

In Cina i membri dello staff dei finti Apple Store sono convinti di essere dipendenti dell’azienda californiana con sede a Cupertino

Dopo gli iPhone e gli iPad clonati, ora Reuters racconta che in Cina spuntano finti Apple Store che nulla hanno a che fare con la Mela di Cupertino. La descrizioni e le immagini sono state postate sul blog di BirdAbroad. Parlando con lo staff, hanno scoperto che i dipendenti degli Apple Store clonati erano convinti di essere impiegati dal colosso IT californiano.

La copia è solo all’apparenza perfetta, in realtà è molto approssimativa, anche se lo staff indossa le magliette con la mela morsicata. A far capire che si tratta di un fake è la scritta “Apple store” sul negozio, un’insegna che Apple non ha (c’è solo il logo di Apple). Per ora gli unici Apple Store legittimi in Cina sono a Pechino e Shanghai. Non è dato sapere che il fasullo Apple Store abbia ottenuto i prodotti Apple dal mercato grigio. Il blog che ha denunciato il clone dei negozi Apple ha registrato mezzo milione di visite in poche ore.

Entro settembre verranno aperti 30 nuovi Apple Store, oltre ai 327 retail totali. A trainare la trimestrale Apple, geograficamente, è la regione dell’Asia-Pacifico in crescita del 247%.

Apple Store clonati in Cina
Apple Store clonati in Cina
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore