In Cina il marchio iPad non è di Apple

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Censura in Cina sui micro-blogging

Il marchio di iPad appartiene in Cina all’azienda locale Proview, la quale però non riesce a mettere al bando il tablet di Apple. Finirà con un accordo extra-giudiziario?

iPad è nella bufera in Cina. Il marchio iPad appartiene in Cina all’azienda locale Proview. Tuttavia Reuters riporta in esclusiva che Proview, che sta cercando di bloccare l’export dentro e fuori il gigante asiatico, non trova sponda nelle autorità cinesi e dunque non riesce a mettere al bando il tablet di Apple per violazione di marchio. L’Amministrazione cinese per l’Industria e il Commercio (AIC) ha dato l’ordine di sequestro degli iPad di Apple, in seguito alla sentenza che dà ragione a Proview, per il possesso legale del marchio iPad. Ma l’AIC non ha potuoto che sequestrare appena 45 iPad (fonte: Hebie Youth Daily).

Le Authority cinesi sono restie ad intervenire nella battaglia per il trademark: “La popolarità di iPad rende difficoltosa la messa al bando“. Yang Long-san, capo di Proview Technology (Shenzhen), afferma che i clienti cinesi amano i prodotti Apple, e la dimensione del mercato rende complicatissimo impedirne la commercializzazione, anche se Apple viola un marchio, riconosciuto a Proview. L’azienda cinese auspica che si arrivi a un patteggiamento fuori dal tribunale con  un accordo extra-giudiziario – forse l’unica soluzione possibile -, mentrre la prossima audizione è prevista il 22 febbraio Shanghai.

Proview è un’azienda quotata ad Hong Kong, che produce monitor, ma è stata travolta dalla crisi finanziaria del 2008, tanto che l’ultima trimestrale pubblica risale al dicembre 2009 (Proview era allora in rosso di 97 milioni di dollari). Proview non vuole che si dica che è in cerca di una grossa somma di denaro, ma la “soluzione cash” potrebbe essere l’unico modo per porre fine alla disputa legale che la contrappone ad Apple. Apple ha accumulato circa 100 miliardi di dollari in contanti.

Apple, che in occidente acquisì il marchio iPad da Fujitsu (come a suo tempo comprò il marchio iPhone da Cisco e si accordò con i Beatles per il trademark Apple, che apparteneva alla casa discografica dei quattro “scarafaggi”), aveva ottenuto i permessi da una sussidiaria di Proview International a Taiwan, ma tale concessione non risulta valida in Cina. E Proview ha chiesto il blocco sia delle importazioni che delle esportazioni dei dispositivi Apple con il marchio “iPad”, ipotecando le vendite su scala globale.

UPDATE: Reuters riporta che sono in aumento le città cinesi che bloccano gli ordini di iPad (fonte: Diyi Caijing Daily). Succede nei centri commerciali di Shanghai, Xuzhou nella provincia di Jiangsu e Qingdao provincia di Shandong.

Apple iPad in Cina è un marchio di Proview
Apple iPad in Cina è un marchio di Proview
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore