In due anni un terzo delle pmi italiane collegate con la Dsl

Network

La ricerca condotta da Colt prevede un aumento esponenziale della connettività veloce anche per le piccole imprese italiane

Entro il 2003 circa un terzo delle piccole e medie imprese italiane utilizzerà per la connessione in rete le tecnologie DSL, aumentando così anche di 30 volte la velocità di trasferimento dati. I risultati arrivano da una ricerca firmata da Colt, società operante nei servizi di telecomunicazione e Internet a banda larga, che per il report ha intervistato migliaia di piccole e medie aziende italiane. Attualmente solo il 5% delle aziende utilizza la Dsl, mentre i 2/3 si connettono con lIsdn. Il fatturato dei servizi DSL, secondo Colt, è destinato a quadruplicare in quattro anni, passando dai 250 miliardi del 2001 agli oltre 1.000 del 2005. Per Vincenzo DAmbrosio, direttore marketing Colt, il DSL rappresenta una vera rivoluzione per le piccole e medie imprese e la possibilità di accedere a servizi simili a quelli disponibili per le grandi aziende attraverso le reti in fibra ottica. DAmbrosio ha anche osservato che la Dsl per lItalia potrà rappresentare un grande fattore di sviluppo soprattutto grazie al suo ricco tessuto di piccole e medie imprese. Colt si appresta a lanciare servizi Dsl con 1 Mb di banda Internet che consentiranno fino a 16 conversazioni telefoniche in contemporanea.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore