In Finlandia la banda larga è un diritto per tutti

NetworkProvider e servizi Internet

Il broad band avanza in Europa: la Finlandia azzera il Digital divide e vara il piano per portare banda larga minima garantita a tutti: da luglio. E dal 2015 a 100 Mbps come in Sud Corea

Mentre il Rapporto Caio langue in qualche cassetto ministeriale, e il Piano Romani è stato forse messo da parte per trovare i soldi per vaccinare i bambini,in Europa la banda larga fa passi avanti. E si allarga il Divario digitale che separa l’Italia dal resto d’Europa. L’Italia rischia di rimanere fuori dal G8 Digitale, come ha avvertito Bsa.

Succede in Finlandia dove verràazzerato il Digital Divide, portando a tutti la banda larga minima garantita (1 Mbps) dal prossimo luglio. Poi dal 2015 l’upgrade: banda larga a 100 Mbps, come in Sud Corea e nei paesi più evoluti nell’economia digitale. Lo riporta l’emittente di Helsinki Yle .

E in Italia ( sotto la media Ue )? Nei giorni scorsi Franco Bassanini , presidente di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), ha detto che i soldi ci sarebbero anche: ma a discrezione del ministro Tremonti (forse troppo impegnato a litigare con le banche, per non aprire i cordoni della borsa e dare una scossa alla banda larga italiana?).

Anche il presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò a un convegno ha detto che il Piano Romani da 1,45 miliardi di euro (per portare, entro e-Gov 2012, la copertura della larga banda all’intero del Paese con soluzioni Adsl fino a 20 Mbit/s) è positivo, ma, senza lo sblocco dei primi 800 milioni di euro (il finanziamento non è stato ancora approvato dal Cipe), rischia di restare lettera morta, solo sulla carta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore