In Francia nasce il Consiglio Nazionale del Digitale

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Francia condanna Google Maps
0 0 Non ci sono commenti

In Francia il Consiglio Nazionale del Digitale (CCN, acronimo di Conseil National du Numérique) farà da ponte ra le varie autorità sulle nuove tecnologie

Internet in Francia è un argomento serio, che sarà oggetto di un G8 sul Digitale, il primo Forum Internazionale del Web, una due giorni parigina (24 e 25 maggio) per mettere a confronto, sui grandi temi della rete, i vari stakeholder: internet provider, operatori telefonici, aziende web. Ma la Francia fa di più: ha varato nei giorni scorsi il Consiglio Nazionale del Digitale (abbreviato CCN, acronimo di Conseil National du Numérique), per fare da ponte fra le varie autorità sulle nuove tecnologie. Diciotto i membri coinvolti, che si sono riuniti per la prima volta il 27 aprile. “Ho voluto riunire diverse personalità competenti sull’Internet francese, per la maggior parte imprenditori, perché il governo possa avere una prospettiva interna al settore” dichiara Nicolas Sarkozy.

A proposito del Presidente francese Sarkozy, recenti sue parole sono state interpretate come ad un’apertura alla possibilità di modifica della normativa Hadopi (giunta alla seconda versione, dopo la bocciatura della prima versione). La lotta alla pirateria digitale rimane priorità del governo, ma, proprio durante l’inaugurazione del CNN, il presidente aveva denunciato “errori” cui porre rimedio con un aggiornamento normativo.

Temi caldi del G8 su Internet saranno: il copyright (com’è noto la Francia ha adottato la Legge Hadopi, che ora sta facendo scuola in Nuova Zelanda), la tutela della privacy nell’era dei social network, il cloud computing, la sicurezza eccetera.

Dì la tua in Blog Café: La Francia vara il Consiglio Nazionale per Internet

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore