In futuro anche lo storage nel mirino di Riverbed nelle reti aziendali

CloudServer

In attesa della realizzazione del progetto Atlas, Riverbed rinnova il sistema operativo, si accorda con Vmware e pensa alla mobilità

Una storage appliance basata sulla tecnologia di ottimizzazione delle Wan di Riverbed farà la sua apparizione sul mercato nei prossimi anni. Le funzionalità di deduplicazione permetteranno di abbreviare i tempi di trasporto e trasmissione dei dati.

L’appliance, di nome Atlas, lavorerà in sinergia con le altre della serie Steelhead e specializzate nel controllo del traffico. Con Atlas, Riverbed offrirà la stessa possibilità di gestire i dati archiviati consentita oggi da Steelhead per i dati in movimento, eliminando fino al 95% di dati ridondanti che affliggono l’infrastruttura It. L’appliance è progettata per permettere alle aziende di incrementare la capacità del file storage primario fino a 10 volte, senza alcun cambiamento all’infrastruttura storage esistente. Atlas non memorizza dati e permette agli utenti di continuare a usare l’infrastruttura storage esistente per il suo compito primario, che è quello di memorizzare e gestire i dati.

In combinazione con le soluzioni Wan e di accelerazione attuale si verrà a realizzare un soluzione end to end di scambio veloce dei dati senza più alcuna distinzione tra Wan e Lan.

Ma Riverbed non pensa solo al futuro più lontano. Una scadenza a breve prevista entro la fine dell’anno in corso riguarda la nuova versione 5.5 del sistema operativo Rios che anima le sue appliance e una soluzione di estensione delle funzionalità di ottimizzazione verso la mobilità.

Come spiega Albert Zammar , di Riverbed Italia, con il nuovo sistema operativo si conclude anche un processo di riduzione dell ‘offerta di appliance. L’orientamento è verso una maggiore attenzione alle appllicazioni e all’accelerazione delle loro prestazioni . Un esempio viene dalla piattaforma Riverbed Services Platform che attraverso l’utilizzo delle tecnologie di virtualizzazione di Vmware permette di ospitare servizi di terze parti, da Infoblox (gestione Dns) a Check Point (firewall).

Tra le ultime novità segnaliamo l’accelerazione del traffico crittografato Lotus Notes e l’ottimizzazione del protocollo Mapi per Exchange di Microsoft. L’accelerazione di Lotus Notes a livello applicativo migliora la velocità alla quale gli utenti possono accedere agli allegati alle mail di grandi dimensioni e gestire il calendario.

Con Rios 5.5, Riverbed ottimizza il protocollo per Exchange 2007 (Mapi ) crittografato a livello applicativo Con l’ offerta Steelhead Mobile 2.0 gli utenti da casa o in sedi distaccate possono beneficiare di prestazioni applicative simili a quelle della Lan con la massima sicurezza, grazie all’utilizzo della crittografia Ssl.

Novità anche per l’hardware, ma da gennaio, quando le nuove appliance Steelhead della serie 50 sostituiranno la serie 20.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore