In futuro le scarpe serviranno a ricaricare i telefonini

ManagementMarketingWorkspace
batteria iPhone 4S

Un giorno, forse non troppo lontano, per ricaricare smartphone, notebook e console, basterà camminare per strada, trasformando il nostro movimento in energia elettrica

Le batterie di telefoni cellulari, lettori mp3, notebook e videogiochi si scaricano in fretta. I dispositivi ci abbandonano sul più bello e la ricarica di questi apparecchi richiede l’allacciamento a prese di corrente, non sempre a disposizione. Tutto ciò va in conflitto con la “mobilità” che associamo a questi device, non a caso definite portatili. Ma in futuro per ricaricare  cellulari, notebook e console, basterà camminare per strada, trasformando il nostro movimento in energia elettrica.

Sarà sufficiente applicare una speciale apparecchiatura alle nostre scarpe. Potremo così a meno di trasformatori, di caricabatterie o ricerche affannose di prese eletttriche. Due passi, magari di corsa, e lo sforzo fisico si trasformerà elettricità. Lo scienziato americano, Tom Krupenkin, ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università del Wisconsin, nella suola delle scarpe ha inserito un prototipo  la cui parte fondamentale si compone di due piccole sacche piene di minuscole gocce di gallistano. Il gallistano è una lega metallica formata da tre elementi chimici: il gallio, l’indio e lo stagno. La sua particolarità consiste nell’essere liquido a temperatura ambiente, proprio come il mercurio (elemento molto tossico però a differenza dell’innocuo gallistano), ma, se sottoposto a oscillazioni, le minuscole gocce di gallistano cedono elettroni, formando flussi di corrente elettrica, che possono essere catturati da un elettrodo. Il sistema consente di creare un piccolo caricabatterie, a sua volta inserito dentro la scarpa, in grado di produrre dieci Watt di energia, sufficiente per la ricarica delle apparecchiature portatili.

Per trasferire energia, esistono due soluzioni: un telecomando, come quello per la Tv; oppure bisogna inviare impulsi elettromagnetici alle batterie, attraverso una minuscola antenna posta sopra il tacco, mentre riceve energia la batteria stessa, per esempio tenuta in tasca. In un primo tempo saranno messe in vendita calzature appositamente attrezzate con le sacche di gallistano. L’apparecchiatura è piccola e sottile, simile a una scatoletta di fiammiferi, che potrà stare in “calzature al gallistano”. Le prime scarpe con la tecnologia incorporata potranno essere commercializzate fra alcuni mesi, anche se il vano per l’apparecchiatura nelle scarpe non deve rendere scomode le calzature. A riportare la scoperta è Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”.

batteria iPhone 4S
Come ricaricare la batteria con le scarpe
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore