In Germania misure severe contro la pedopornografia virtuale

Autorità e normativeNormativa

Per quanto virtuali, queste sono punibili secondo la legge tedesca con una
pena fino a tre anni di prigione

IL MONDO VIRTUALE di Second Life è stato oggetto di un’indagine delle autorità tedesche perché accusato del fatto che b ambini virtuali siano stati e-abusati da malvagissime masse di pixel. Una TV tedesca ha portato allo scoperto un gruppo di giocatori del mondo online che pagava per avere rapporti sessuali virtuali con personaggi dalle sembianze di bambini. I membri di Second Life coinvolti chiamavano le loro molestie “age play “. Per quanto virtuali, queste sono punibili secondo la legge tedesca con una pena fino a tre anni di prigione. Su Second Life circola non solo pedopornografia virtuale, ma anche materiale reale attraverso incontri online. Linden Lab, ideatore di Second Life, ha accettato di aiutare la polizia tedesca a rintracciare gli utenti coinvolti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore