In Giappone la TV sul cellulare è realtà

MobilityNetworkWlan

Dal primo aprile i 90 milioni di giapponesi che usano il cellulare per giocare, scaricare musica, scambiare e-mail, oltre che comunicare normalmente, avranno la possibilita’ di guardare la TV in banda larga. Ed e’ tutto gratis

TOKYO (JAPAN). La televisione in banda larga e’ arrivata per prima sui cellulari giapponesi. Gli utenti con dispositivi abilitati alla ricezione dei canali televisivi possono usufruire del servizio gia’ dall’inizio di questo mes e. In realta’, questo servizio non e’ nuovo in assoluto, se visto in scala mondiale, poiche’ altri Paesi offrono simili tecnologie, ma queste non raggiungono la capacita’ performante di quelle introdotte in Giappone. Gli utenti dagli occhi a mandorla hanno subito recepito l’importanza di questo nuovo servizio e sono corsi ad acquistare i dispositivi che supportano la ricezione televisiva. Con ‘One Seg‘ (abbreviazione di ‘One Segment’), questo il nome del servizio, la nuova generazione dei cellulari-dipendenti potra’ usufruire di programmazione televisiva in banda larga e soprattutto non spendera’ nulla, poiche’ il servizio e’ gratuito. Gli operatori, infatti, sperano di ottenere guadagni non tanto dalla programmazione in se’ delle trasmissioni televisive, quanto dalla curiosita’ degli utenti ad andare sui siti di merchandising collegati alle trasmissioni viste sul cellulare, generando introiti per lo scambio di dati necessario a collegarsi a quei siti, spiega Kazunori Higuchi, portavoce della NTT

DoCoMo, il piu’ grande operatore telefonico giapponese. [StudioCelentano.it]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore