In Italia arriva Riverbed

NetworkReti e infrastrutture

Filiale italiana per la società specializzata in servizi di ottimizzazione di
applicazioni Ip

Velocità nella remotizzazione e nella replica dei dati con accelerazione di tutte le applicazioni aziendali distribuite geograficamente che utilizzano il protocollo Tcp/Ip: è quanto promettono le appliance Steelhead di Riverbed. Già presente nel nostro Paese con Telena , l’azienda americana di soluzioni per i wide area data services, arriva direttamente in Italia guidata da Gianni Altamura (ex Mcdata) e annuncia una nuova partnership con Terasystem che si aggiunge a due importanti accordi Oem con Hp e Mcdata. L’accelerazione delle applicazioni su Ip, che dà i migliori frutti in ambienti Microboft Cifs per il file sharing in Windows, Exchange (Mapi) e web (http), è ottenuta attraverso il software Rios che combina diverse tecniche di ottimizzazione per la gestione e lo scambio tra data center aziendali e uffici remoti: analisi dei pacchetti per la riduzione dei dati ridondanti, ottimizzazione Tcp, ottimizzazione delle latenze a livello di applicazioni. Ne derivano benefici a livello di dati, trasporto e applicazione che consentono sia operazioni di ottimizzazione su rete geografica nell’accesso ai dati sia riduzione della larghezza di banda richiesta per le operazioni tra più uffici aziendali. Un controllo dei dati remoti ? come se fossero in Lan sul server nella stanza accanto? che consente spesso anche operazioni di consolidamento di risorse server e storage con la loro centralizzazione nei data center. Con una base installata di oltre 4 mila appliance presso 800 aziende clienti, Riverbed è stata in grado di effettuare un’ampia indagine su un largo campione di utenti finali. I risultati della survey indicano che più della metà degli intervistati ha segnalato miglioramenti superiori a 10 volte nelle prestazioni globali. Come spiega Altamura: ? Uffici distribuiti propongono nuove sfide all’It aziendale. L’utente mal sopporta tempi di attesa lunghi e applicazioni lente. Ma d’altro canto l’upgrade delle infrastrutture, dalla banda allo storage, diventa sempre più costoso. Con le appliance Steelhead , la distanza e la banda non sono più un ostacolo per accedere, spostare , condividere e immagazzinare i dati?. Gli Steelhead partono da una soluzione 100 da circa 4 mila euro per cinque utenti e 25 sessioni Tcp.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore