In Italia due titoli su cento saranno e-book entro l’anno

L’evoluzione e-book contagia piano piano anche l’Italia. Secondo la fotografia della situazione elaborata dall’Ufficio studi AIE il segmento coprirà entro la fine dell’anno lo 0,1% del mercato trade (pari a circa 3,4 milioni di euro) e i titoli prodotti in formato e-book saranno destinati a raddoppiare, passando dallo 0,7% di giugno 2010 al 2% di quelli “commercialmente vivi” per dicembre 2010 (elaborazione ufficio studi AIE su dati IE).

Negli Usa, secondo il report dell’International Digital Publishing Forum (IDPF), il mercato e-book coprirà, secondo stime molto caute, il 5% del mercato trade e nei primi 4 mesi del 2010 si è registrata una crescita del 217% sul 2009. L’Europa non è certo da meno se, in base all’elaborazione dei dati della Federazione Europea degli Editori (FEE) per l’editoria digitale (non solo ebook, quindi) il mercato copre il 2,4% in Francia, il 2,5% in Inghilterra, l’1,3% in Spagna.

A Editech 2010 sono stati anche messi in vetrina il Kindle DX, l’Edge di Entourage, l’Alex di Spring design, il WeTab di Neophonie, il Kobo reader.

Newsletter
Iscriviti alla newsletter quotidiana di Itespresso