In Italia la società dell’ubiquità

Aziende

L’Itu giudica il nostro Paese terreno fertile per lo sviluppo delle reti di nuova generazione

L’incontro internazionale intitolato Tomorrow’s network today, organizzato a Saint Vincent dall’Itu (International telecommunication union), l’agenzia specializzata delle Nazioni unite per le telecomunicazioni , dal ministero delle Comunicazioni, dalla Regione Valle d’Aosta e dalla Fondazione Ugo Bordoni, ha permesso di mettere in luce lo stato tecnologicamente avanzato delle reti telematiche del nostro Paese. L’Itu ha valutato l’Italia come uno dei Paesi che rappresenta terreno fertile per lo sviluppo del concetto di Ubiquitous network society. Concetto che può prendere forma grazie all’impiego di diverse tecnologie e infrastrutture e dell’integrazione tra loro in modo capillare su tutto il territorio. Tutto ciò al fine di creare un contesto dove gli utenti possono essere sempre collegati alla rete senza che debbano preoccuparsi della tecnologia che stanno impiegando e potendo accedere a ogni tipologia di contenuto e di servizio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore