In Italia lo scontrino medio in dispositivi IT è il più elevato d’Europa

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Android e iOS, il duopolio del mercato smartphone
1 0 Non ci sono commenti

Secondo Samsung Technomic Index, gli italiani non rinunciano all’hi-tech. Un’istantanea sull’utilizzo delle nuove tecnologie in Italia

Se cala la spesa alimentare, il budget per i dispositivi tecnologici non si abbassa in Italia. Secondo Samsung Technomic Index, gli  italiani non solo non  rinunciano alla tecnologia, ma nel nostro Paese lo scontrino medio in dispositivi IT è il più elevato d’Europa.

Gli italiani sono pronti a pagare più di qualsiasi altro cittadino europeo per comprare nuovi dispositivi tecnologici. In tre mesi, la spesa media degli italiani in prodotti hi-tech risulta superiore a quella europea: circa 559 euro sono orientati all’acquisto di nuovi dispositivi contro i 360 euro degli spagnoli, i 323 euro dei tedeschi, i 274 degli inglesi e i 223 euro dei francesi.

Dalla ricerca di Samsung emerge che in Italia – dove ogni nucleo famigliare sfoggia in media 16 dispositivi, in linea con i 18 del resto d’Europa – gli utenti passano ogni giorno quasi un terzo del proprio tempo (7,8 ore) usando  smartphone, TV, apparecchi elettrodomestici e altri dispositivi.

Samsung Technomic Index: Gli italiani non rinunciano alla tecnologia
Samsung Technomic Index: Gli italiani non rinunciano alla tecnologia

L’IT viene utilizzato non solo per fruire di contenuti o per gestire meglio le attività quotidiane, ma anche per rafforzare i legami familiari. La TV si conferma al centro del salotto digitale con l’80% di utenti che si sintonizzano sul proprio canale preferito, mentre vengono utilizzate almeno una volta alla settimana le tecnologie per il lavaggio (76%) e gli elettrodomestici per cucinare (81%): i lavori domestici sono svolti nel tempo libero. Quasi il 50% degli italiani ha un tablet, una tendenza in linea con il resto d’Europa dove si registra una media del 53% di possessori. Più di un terzo degli italiani – il 35% contro il 26% in Europa – scatta ancora fotografie con fotocamere vere e proprie almeno una volta alla settimana. In Europa la fotografia digitale è invece sempre più delegata allo smartphone.

Il tablet è il nuovo “must have” (16%), mentre allo smartphone gli utenti chiedono performance sempre più elevate: l’acquisto di un nuovomodello corrisponde all’esigenza di usare le ultime funzioni (26%) o svolgere tutte le attività in modo veloce e efficiente (32%). La mobilità spinge all’acquisto di nuovi tablet (19%) o fotocamere (15%) meno ingombranti epiù  leggeri. Le tecnologie più comprate in Italia nei prossimi tre mesi saranno gli smartphone (16%), seguiti da tablet (13%), TV (11%) ed elettrodomestici per il lavaggio (9%): oltre la media europea (rispettivamente: 13%, 9%, 8% e 6%).

Gli italiani accendono tablet e PC per navigare in Internet (91%), ma anche per scaricare e usare apps (79%), immortalare foto (79%), comprare prodotti o servizi (70%), effettuare il download o fruire in streaming di contenuti musicali o video (58%). Inoltre, sempre più italiani monitorano il conto in banca ed effettuano pagamenti dal proprio dispositivo Mobile: da tablet, telefonino o PC (70% e 68%). Cresce l’uso dei social network (71%) e dei servizi di instant messaging (72%) da tutti questi tre dispositivi. Agli italiani piace non perdere di vista i propri familiari con i social media (80%), amici e parenti (70%) grazie all’instant messaging.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore