In Italia sono raddoppiate le imprese dell’e-commerce

E-commerceMarketing
In Italia sono raddoppiate le imprese dell'e-commerce
5 30 Non ci sono commenti

In sei anni sono più del doppio le imprese dedite all’e-commerce, secondo il Registro delle imprese delle Camere di Commercio

Diciotto anni fa nasceva il commercio elettronico in Italia. Nonostante i ritardi e le difficoltà, nel nostro Paese sono raddoppiate le imprese dell’e-commerce, salite a quasi 15 mila. In sei anni sono più del doppio, secondo il Registro delle imprese delle Camere di Commercio.

In Italia sono raddoppiate le imprese dell'e-commerce
In Italia sono raddoppiate le imprese dell’e-commerce

Nell’ultimo trimestre si attestano a 18,8 milioni gli italiani che hanno comprato online (12,8 milioni di questi con almeno un acquisto una volta al mese). In cinque trimestri i consumatori sono raddoppiati. Il 42% degli acquirenti ha meno di 35 anni, mentre il 53% è composto da uomini, l’m-commerce sale al 61%, trainati dall’uso degli smartphone per acquistare in mobilità. La penetrazione dell’e-commerce raggiunge il 5% del totale consumi retail.

Secondo Eurostat, le imprese hanno raddoppiato il fatturato generato dall’e-commerce, passando dal 4% al 9%. L’incremento è a tripla cifra: un balzo del 125% dal 2009 ad oggi. L’Italia è però ancora lontana dalla media europea (17%), ha un distacco di 8 punti percentuali da Germania e Francia (12 da UK) e ha una distanza siderale di ben 26 punti rispetto al 37% dell’Irlanda. Lo shopping online cresce al ritmo del 16%, secondo Frost & Sullivan, e il mercato del commerco elettronico è salito da 14,4 miliardi a 16,6 miliardi di euro.La crescita c’è, ma è ancora piccola rispetto alle cifre globali.

Il 3 giugno 1998, 18 anni fa, nasceva l’e-commerce italiano con il primo acquisto con carta di credito presso la libreria IBS.it. Dopo soli 35 minuti dal debutto del sito di IBS, un cliente di Freemont in California comprava una copia di un libro di Andrea Camilleri, “La concessione del telefono”.

L’e-commerce ha grandi potenzialità nel lusso, dove la francese Gucci punta a triplicare le performance e l’italiana Cavalli ha da poco aggiornato la piattaforma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore