In Lombardia è Aria di WiMax contro il Digital divide

MobilityNetworkWlan

Entro il 2009 anche la Lombardia sarà coperta dal WiMax, per offrire abbonamenti alla banda larga senza fili

Le province di Brescia e Bergamo, Pavia, Lodi, Mantova e Cremona, e poi Varese, Como e Sondrio e le aree in digital divide della provincia di Milano, saranno coperte dal WiMax entro il 2009.

Lo ha annunciato Aria al convegno “Crescita e innovazione: le sfide perle imprese italiane”, presso la sede de Il Sole 24ore.

Saranno in questa fase privilegiate le aree escluse dalla banda larga e in Digital divide. Poi toccherà alle grandi città, approfittando di ipotesi di co-finanziamento da parte degli enti locali.

Verranno montate stazioni ricetrasmittenti su tralicci di gestori telefonici gia’ presenti. I prezzi oscilleranno tra i 15 e i 20 euro al mese, mentre per le imprese il canone sarà a 30 euro. Andranno aggiunti alle tariffe tre o cinque euro per il noleggio del modem WiMax a seconda della versione senza o con Wifi.

Dal 2 febbraio è già possibile utilizzare il WiMax in Umbria: l’operatore Aria (ex Ariadsl), il solo ad essersi aggiudicato licenze pha promesso di coprire alcuni comuni in Puglia, Toscana, Lombardia e Veneto.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore