In Norvegia arriva il Y2K, un anno dopo…

LaptopMobility

I computer a bordo dei treni non riconoscono il 1 gennaio del 2001 e il sistema di controllo degli orari va in tilt

Forse il tanto temuto Millennium Bug aveva davvero delle potenzialità devastanti, ma non tanto all’inizio del 2000, ma dal 1 gennaio 2001. Sicuramente questo è il pensiero venuto in mente ai responsabili delle linee ferroviarie nazionali norvegesi, quando nella mattina dell’ultimo giorno dell’anno, si sono resi conto che nessun computer a bordo dei treni a lunga percorrenza, riusciva a riconoscere il giorno successivo, il 01/01/01. Di conseguenza il sistema centralizzato di controllo sul traffico è andato ben presto in tilt. Il problema è stato velocemente risolto settando il sistema al 1 Dec 2000 e “ingannando” così il sistema di controllo portandolo indietro di un mese. Adesso ci sarà un mese di tempo per risolvere il bug. Il problema comunque non ha praticamente causato alcun problema al traffico. Il problema del cosiddetto Y2K nasce dalla consuetudine di utilizzare solo due cifre per indicare le date sui sistemi informatici. C’era così il rischio che il 2000 fosse interpretato come 1900. In ogni caso dopo investimenti multi-miliardari e task-force organizzate in tutto il mondo, non fu riscontrato praticamente alcun problema di una certa rilevanza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore