In Olanda si possono controllare le attività online dei dipendenti

Network

Un atto firmato la scorsa estate dalla Regina Beatrice permette ai datori di lavoro olandesi di monitorare le attività online dei dipendenti

Una sentenza che sicuramente farà discutere e che potrà cambiare i rapporti tra datori di lavoro e dipendenti in tutto il mondo. Il Registratiekamer, il registro per la protezione dei dati olandese, ha reso noto che unordinanza firmata dalla Regina Beatrice permette ora ai vertici delle società olandesi di monitorare lutilizzo della Rete dei loro dipendenti. In pratica si potrà controllare cosa fanno gli impiegati monitorando lutilizzo del Web e delle email. Grazie allarticolo 21 del Personal Data Protection Act, i datori di lavoro sono parzialmente esenti dagli obblighi sul trattamento dei dati personali. Letteralmente il testo riporta il divieto di utilizzare dati personali, come riferito nellarticolo 16, non si applica quando a utilizzare i dati sono i datori di lavoro. In ogni caso anche in Olanda continueranno ad esserci delle limitazioni sul controllo indiscriminato delle attività online. Il Registratiekamer specifica che in ogni azienda i vertici si dovranno incontrare con i rappresentanti sindacali per decidere di comune accordo i sistemi di monitoraggio. Il Registro olandese non risolve però il contenzioso tra mail personale e professionale. Si dice che le due vanno tenute separate, ma se questo non è possibile i sistemi di scansione dovranno ignorare le mail personali. Non è chiaro però come si potrà distinguere tra mail personali e di lavoro nel caso si utilizzi lo stesso indirizzo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore