In & Out/ Chi sale e chi scende nelle tariffe mobili e VoIP

NetworkProvider e servizi Internet

La bussola per orientarsi nella giungla della telefonia mobile e di quella su
Internet. Questa settimana mettiamo sotto la lente Tim Tutto Compreso, la
tattica di cambiare operatore, le chiamate da rete fissa a 3, Blyk, il VoIP di
Pudding Media

La rubrica settimanale In & Out/ Chi sale e chi scende nelle tariffe mobili e VoIP analizza le tariffe della telefonia mobile e VoIp. Vediamo chi è In e chi Out questa settimana. In sono la tattica di cambio operatore, il VoIp di Blyk; Out sono T im Tutto Compreso, Pudding Media e le telefonate da rete fissa a 3.

Questa settimana più che una tariffa consigliamo una tattica: cambiare operatore a volte paga. Vediamo come: basta legarsi a un operatore, avere un po’ di traffico telefonico e chiedere il passaggio a un nuovo operatore. A questo punto inizia la “contrattazione“, perché il vecchio operatore cercherà di “ricatturare” l’utente in fuga proponendo tariffe personalizzate, e il nuovo operatore studierà contromosse per evitare il blocco del passaggio. La tattica del cambio operatore diventa una sorta di asta al ribasso: il cliente, tra rilanci e controfferte, può finalmente scegliere qual è l’operatore adatto alle sue esigenze.

Tim Tutto Compreso è stato m ultato per pubblicità ingannevol e. L’Antitrust ha dato ragione a Adiconsum perché lo spot con l’offerta di Telecom Italia Mobile non indicava che alla tariffa a forfait doveva essere aggiunto lo scatto alla risposta. Tim Tutto Compreso è in tre gusti: 90 (900 minuti di chiamate per 90 euro mensili), 60 (600 minuti di chiamate per 60 euro mensili), 30 (30 euro mensili con 250 minuti di chiamate senza scatto alla risposta). La durata massima per ogni singola chiamata è di 30 minuti; superati i quali la tariffa diventa di 19 centesimi al minuto. Finiti i minuti gratuiti la tariffa applicata sarà, invece, di 25 centesimi al minuto, più uno scatto alla risposta di 16 centesimi. Il contratto è vincolante per 24 mesi e prevede di pagare 99 euro una tantum.

Blyk è il primo operatore mobile gratuito, ma non è ancora arrivato in Italia. Bly è un operatore mobile virtuale, che si appoggia sulla rete di Orange (Gran Bretagna), fornisce servizi gratuiti in cambio di pubblicità. Blyk offre 217 messaggi e 43 minuti di chiamate al mese agli utenti, in cambio di sei messaggi multimediali (Mms) di pubblicità al giorno. Il servizio funziona su normalissime sim Gsm e si rivolge a un target giovane, sotto i 25 anni.

Pudding Media: telefonare gratis a spese della privacy. Il servizio di telefonia via internet è totalmente gratuito, purché l’utente accetti la rinuncia alla privacy e pubblicità personalizzata, in base al contenuto della conversazione (ascoltato da un Grande Fratello elettronico). Gli utenti di Pudding Media dovranno fare a meno della privacy in cambio di contenuti personalizzati. In stile servizi Web di Google.

Infine le chiamate da rete fissa a cellulari 3. La Commissione Europea ha chiesto all’AgCom di applicare un tetto per 3 (oggi telefonare da rete fissa ai cellulari 3 costa il doppio rispetto agli altri operatori). Il tetto attualmente è di 11,2 cent per Tim e Vodafone e 12,90 cent al minuto per Wind. L’AgCom, che aveva promesso un tetto da gennaio, non ha ancora risposto al parere della Ue.

Dì la tua in Blog Cafè

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore