In Rete si celebra il Barack Obama Day

Management

L’insediamento del 44esimo Presidente Usa vede Internet e il Web 2.0 in prima fila: da YouTube a MySpace, fino a Twitter. Anche il cyber-crime cerca di approfittare dell’evento. Dal Blackberry agli investimenti in banda larga e IT, la Rete spazia sull’Obama pensiero. L’arrivo alla Casa Bianca su Apple iPhone e online con Microsoft Silverlight

Obama Day: si insedia a Washington alla Casa Bianca il primo Presidente, nero (il 44esimo per la storia), veramente e genuinamente hi-tech. E la Rete non può far finta di nulla dopo che ne ha seguito passo passo l’ascesa politica.

Arriva al potere il primo presidente che ha saputo usare la Rete e il Web 2.0 con grande maestria, senza scadere nello spamming (come è capitato ad altri politici nel mondo) e senza sembrare fuori dalle righe. Barack Obama usa davvero il Blackberry: anzi, l’Nsa statunitense, per motivi di sicurezza, gli sta cercando una valida alternativa.

Obama diventa il 44esimo Presidente Usa e su MySpace arriva il sostegno di oltre 50 celebrity americane al nuovo Presidente:

il video, visualizzabile anche sull’ homepage del portale italian o è intitolato “The Presidential Pledge”, è diretto da Demi Moore e prodotto dalla società fondata da Ashton Kutcher (Katalyst Media). Tra le celebrity coinvolte: Aaron Eckhart, Anthony Kiedis, Ashlee Simpson, Courteney Cox, Dakota Fanning, David Arquette, Eva Longoria, Eva Mendes, Joel Schumacher, Lucy Liu, Marissa Tomei, Nicole Richie e molti altri…

Anche su YouTube , dopo aver accolto fin dalla prima ora e sostenuto la storica campagna elettorale di Obama (che ha usato video , CreativeCommons , il micro-blogging Twitter e Web 2.0 con grande capacità persuasiva ), inizia l’era del nuovo presidente, il primo nero ma dal look kenneydiano, all’insegna del new deal. Con due canali ufficiali (uno per la Camera dei Rappresentanti e uno per il Senato Usa) , anche il nuovo Congresso Usa è sbarcato su YouTube .

L’insediamento seguito anche su Flickr , Twitter , Apple iPhone e online con Microsoft Silverlight: chi proprio vuole vedere l’inaugurazione dell’era Obama, minuto per minuto, può farlo anche in mobilità o dal Pc del lavoro. E’ infatti in live stream su Ustream su Apple iPhone: Techcrunchha già dato una sbirciatina all’applicazione. C’è chi ha seguito il broadcast online del Presidential Inaugural Committee (Pic) attraverso Microsoft Silverlight, l’anti Adobe Flash del colosso di Redmond: è la seconda volta in cui lo staff di Obama sceglie Silverlight 2.0, che già si è fatto conoscere alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Un’occhiata al programma di Obama: per affrontare la spaventosa recessione Usa, il neo presidente vuole investire diversi miliardi in banda larga e nuove tecnologie nelle scuole: 6 miliardi di dollari in banda larga, per coprire le aree rurali e le zone meno sviluppate del paese. Altri 10 miliardi di dollari saranno investiti per promuovere la ricerca scientifica.Inoltre il piano anti-crisi prevede 32 miliardi di dollari da spendere nello sviluppo di energy grid “intelligenti” e un miliardo di dollari per migliorare la dotazione tecnologica delle scuole, con la possibilità di maggiori investimenti IT. Infine potrebbe anche nascere il National Office for Cyberspace (Noc) per proteggere le infrastruure contro i cyber-attacchi: il Noc potrebbe nascere dalla fusione fra National Cyber Security Center e Joint Inter-Agency Cyber Task Force.

Il cyber-crime , intanto, ha deciso di non lasciarsi sfuggire il più grande evento Usa, dall’I have a dreamdi Martin Luther King, e ha utilizzato il social networking per diffondere malware, sfruttando la fama di Obama.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore