In Rete siamo tutti tracciati

Autorità e normativeSorveglianza

ComScore fa l’identikit del Grande Fratello online: Yahoo al primo posto e Google quarto. Ma il nostro Garante della Privacy chiede alla Ue più tutela sul Web

In Rete siamo tutti tracciat i, e ComScore ci ha mostrato fino a che punto. L’azienda di statistiche Web ha scattato un’instantanea alla quantità di dati

generati dalle attività online degli utenti

che poi vengono inviati alle internet company, come Yahoo, MySpace, Aol, Google, Facebook, Microsoft.

A sorpresa la palma di Grande Fratello online non va al solito Google, ma a Yahoo, il motore di ricerca su cui Microsoft ha lanciato una maxi Opa. Yahoo raccoglie 2.250 dati singoli su un visitatore medio al mese; segue MySpace con 1.229; Aol con 610; Google si piazza solo quarto con 578; Facebook con 525; e Microsoft con 355. Le big company registrano almeno 336 miliardi di trasmissioni dati (data transmission events) ogni mese. Yahoo, stando a questi dati impressionanti, ha un futuro nell’advertising su misura e personalizzato.

Quanto a noi utenti, siamo tutti tracciati e spiati nella cybernavigazione. Il presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali Francesco Pizzetti ha chiesto alla Ue maggiore incisività a livello globale nel tutelare privacy dei dati e delle informazioni personali su Internet. “Il Parlamento Europeo continua a non avere iniziativa legislativa, e questo è un limite importante“, ha sottolineato. Nel frattempo il Grande Fratello non dorme mai.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore