In Thailandia isp e governo controlleranno i contenuti

Network

Istituita una Commissione che lavorerà a fianco degli isp per controllare cosa viene pubblicato in Rete

Il Thailand National IT Committee (NITC) ha annunciato agli Internet provider che saranno posti dei veti sui contenuti online ritenuti inappropriati. A tutti gli operatori del settore, sono arrivate delle comunicazioni da parte di agenzie governative per standardizzare i tempi sui loro clock-system. Questa misura dovrebbe aiutare la raccolta dinformazioni. Tutti gli isp saranno infatti tenuti a mantenere il log-file completo degli accessi al loro sistema, per un tempo minimo di tre mesi. Il Comitato invita inoltre tutti gli isp a prendere decisioni immediate nel caso si trovassero di fronte a contenuti inadeguati, bloccando laccesso ai responsabili. Inoltre, nella stesura del contratto, dovrà essere specificato che sia individui che aziende dovranno prendersi le loro responsabilità su quello che vanno a caricare online. Il NITC ha realizzato una guida per il Royal Police Department, per garantire la cooperazione tra esperti tecnici e legali con una hotline dedicata (internet-hotline@police.go.th). Il ruolo di questa Commissione sarà di vagliare i report che arrivano dai siti e affiancare i webmaster nella messa al bando dei contenuti fuorilegge. Isp e provider telefonici tailandesi, hanno già annunciato di aderire alliniziativa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore