Incentivi e meno tasse per i giovani

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Mario Monti, Premier italiano, vara il Decreto per l'agenda Digitale e le Start-up

Il piano del governo Monti per i giovani riparte da otto miliardi di euro per combattere la disoccupazione giovanile: “Premiare il merito”

Un giovane su tre è disoccupato. Numeri che fanno rabbrividire. Il piano del governo Monti riparte dai giovani offrendo incentivi e meno tasse per i giovani. L’iniziativa vale otto miliardi di euro e servirà a combattere la disoccupazione giovanile “premiando il merito”. “In Italia – ha affermato il premier – il 29% dei fondi strutturali per i l 2007-2013, più di 8 miliardi di euro, sono potenzialmente destinabili alla lotta alla disoccupazione giovanile. Sono 460 mila i ragazzi che in Europa (128 mila in Italia) potrebbero beneficiare di questo piano di riallocazione dei giovani a livello europeo”. Non si tratta di promesse, ma di un progetto potenziale che potrebbe attingere a fondi strutturali per il quinquennio 2007-2013, da utilizzare in un’ottica meritocratica.

Nel frattempo il governo Monti è impegnato nella cosiddetta Spending Review, la revisione “chirurgica” della spesa pubblica, per recuperare almeno 4 miliardi di euro, per evitare l’aumento di due punti percentuali l’Iva.

IL presidente del Consiglio, Mario Monti, ha anche annunciato una “riforma del merito”, basata su incentivi, borse di studio e tasse più basseper gli studenti meritevoli. A giugno è atteso il Decreto Digitalia con l’Agenda Digitale. Le aziende nutrono infine grandi aspettative per iProject Bond, che potrebbero anche essere usati nel settore dell’economia digitale.

Mario Monti, Premier italiano, verso il Decreto Digitalia
<p>Mario Monti, Premier italiano, verso il Decreto Digitalia</p>
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore