Incomincia su Internet Donnavventura 2002

Network

Aperte le iscrizioni sul web alla nona edizione della manifestazione. Per le nove finaliste, 30 giorni da Indiana Jones in Marocco e Mauritania

Il sesso debole non è più debole. A dispetto di una certa pubblicità, che continua a presentare la donna come essere debole/fragile, il mondo femminile si è definitivamente affrancato dai luoghi comuni/stereotipi che ne hanno limitato lazione per interi secoli. In America, nazione in cui la competitività sociale è più alta che in qualsiasi altro Paese, le donne sono oggi alla guida di holding internazionali (Carly Fiorina amministratore delegato di Hewlett-Packard è solamente uno degli esempi più vistosi); consigliano il presidente degli Stati Uniti nelle decisioni strategiche; dirigono giornali; partecipano come piloti alla 500 Miglia di Indianapolis; sono ai vertici delle Forze armate e – in qualità di top gun – fanno anche missioni di guerra. Anche la realtà sociale italiana ha fatto spazio alla donna, oggi presente anche in unarma fino a ieri esclusiva come quella dei carabinieri. Alla fine di settembre partirà, alla volta del Marocco e della Mauritania, Donnavventura 2002. Giunta alla sua nona edizione, la manifestazione si propone di fare vivere a un gruppo di donne una emozionante avventura tra motori e zone desertiche dellAfrica del Nord. Per chi supererà le selezioni, ci saranno 30 giorni di viaggio in camion/fuoristrada attraverso sentieri di giungla, piste desertiche, strade sterrate. Sveglia allalba e notti in tenda completeranno il quadro degli impegni per le nove finaliste (sette titolari e due riserve), che incontreranno da vicino popolazioni nomadi e Tuareg, gli Uomini blu protagonisti di Un tè nel deserto, buon film di qualche anno fa con Debra Winger e John Malkovich, firmato da Bernardo Bertolucci. Per partecipare a questa avventura (che non è né una corsa né un raid), bisogna iscriversi al sito www.donnavventura.com, compilando il questionario proposto. Una prima selezione sceglierà 300 ragazze, sulla base delle risposte inviate. A giugno, ci sarà un incontro/test, che ridurrà le aspiranti Indiana Jones a 40 potenziali donne del deserto. Infine, nel mese successivo, ci sarà un week-end di prove attitudinali/pratiche, da cui emergeranno le nove finaliste. Oltre a vivere in prima persona unavventura bella e stimolante, le partecipanti potranno utilizzare le proprie esperienze per un reportage foto-giornalistico (sette testate differenti ospiteranno foto/testi delle neo-croniste) e per un programma televisivo, realizzato ancora una volta da Retequattro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore