Indagine Antitrust su Apple e sette catene

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Tribunale di Varese condanna amministratrice sito per diffamazione: ma il reato è stato commesso da un utente

Chiuse le sette istruttorie con le catene Gdo, l’AgCm apre una nuova indagine nei confronti di Apple e della catena Comet

L’Antitrust (AgCm) apre una nuova indagine nei confronti di Apple e della catena Comet, accusate di offrire un contratto di assistenza a pagamento, Apple Care, senza trasparenza. Il consumatore non viene avvertito del fatto che il contratto si sovrappone al secondo anno della garanzia legale. La garanzia legittima copre dunque due anni senza costi aggiuntivi, e non un solo anno. Anche se il servizio aggiuntivo Apple Care offre condizioni e servizi diversi dalla garanzia offerta per legge, il consumatore Apple non è debitamente informato sui suoi diritti.

Apple Care è finito nella bufera, messa sotto la lente dell’Authority, dopo che AgCm ha chiuso le istruttorie su sette grandi catene di distribuzione. AgCm rende vincolanti gli impegni delle sette catene, impegni che riguardano: poissibilità di ottenere dal venditore la sostituzione o la riparazione di un prodotto difettoso in tempi ragionevoli e chiari; l’estensione della durata della garanzia legale nei confronti del venditore a 24 mesi dall’acquisto e entro due mesi dalla scoperta difetto; informazione esplicita sulla differenza fra garanzia legale e servizi di assistenza aggiuntivi o accessori e sui diritti dei consumatori in materia; semplificazione dell’esercizio del diritto di recesso per gli acquisti effettuati via internet.

Le 7 istruttorie concluse riguardano le imprese sotto le insegne Expert, Carrefour, Auchan, Panorama, Iper La Grande I, Eldo Italia, Di Salvo e Della Martira: circa 460 punti vendita. In precedenza ad agosto erano state chiuse le 5 istruttorie relative a catene specializzate in prodotti di elettronica e di elettrodomestici. Ora però l’indagine si apre su Apple e la catena Comet.

Secondo l’Authority, Apple e Comet non avrebbero chiarito esplicitamente, ma anzi darebbero un’informazione scorretta sul fatto che sussiste per legge già un secondo anno di copertura sulle riparazioni, senza bisogno di acquistare Apple Care.

L’Antitrust guidata da Antonio Catricalà ha diramato una nota: l’AgCm “ha deciso di avviare una procedura nei confronti della Apple: secondo i primi accertamenti compiuti dagli uffici la società, insieme alla catena di vendita Comet, proporrebbe un contratto di assistenza a pagamentosenza chiarire al consumatore che il contratto si sovrappone temporalmente al secondo anno della garanzia legale che non comporta costi per il consumatore “.

Antitrust Italia indaga su Apple
Antitrust Italia indaga su Apple
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore