Indagine Federcomin – Assinform sulla domanda di connessioni in rete a banda larga

NetworkProvider e servizi Internet

Alberto Tripi, Presidente di Federcomin e Giulio Koch, Presidente di Assinform hanno presentato i risultati di unindagine su La domanda di banda larga nel segmento business in Italia nelle imprese e nella Pubblica Amministrazione

Il Rapporto, presentato ai Ministri Lucio Stanca e Maurizio Gasparri, stato realizzato da Federcomin e da Assinform, con la collaborazione scientifica della Societ Net Consulting. Si tratta della prima indagine a carattere nazionale svolta nel periodo maggio-giugno 2002, su un campione di 1.200 imprese ed enti, attraverso un insieme di riferimento di oltre 371.000 aziende dei settori Industria, Servizi, Commercio, Finanza, Sanit ed Educatione, Pubblica Amministrazione Locale (PAL). Come riporta il comunicato stampa, risulta buono ma ancora insufficiente lo sviluppo infrastrutturale sul territorio italiano sar presente, a fine 2002, unestensione di fibra ottica di oltre 6 milioni di chilometri cui si aggiungono altri 149.500 chilometri di cablature stradali. La copertura geografica delle infrastrutture in fibra ottica ha raggiunto nel 2001 il 30% nel nord ovest, il 25% nel centro, il 25% nel sud-isole e il 20% nel nord est. Allinterno delle imprese il numero di addetti dotati di una postazione collegata ad Internet ancora basso non raggiunge complessivamente il 50% del totale (46,7%). Nei settori della Finanza e dei Servizi si registrano le percentuali pi consistenti (rispettivamente 64,7% e 55,2%); quello dellIndustria occupa lultimo posto con il 33,8% di addetti collegati a Internet. Per quanto riguarda la connessione veloce (banda larga), su una scala da 1 a 10, il valore medio della conoscenza dei suoi vantaggi raggiunge appena la sufficienza 6,11. Finanza (6,62) e Servizi (6,52) mostrano, fra tutti, una maggior cultura sul tema; lIndustria, insieme al Commercio, occupa lultimo posto con una evidente insufficienza 5,62. Ma il 30 % delle aziende gi connesso a reti veloci si stima che nel nostro Paese siano circa 110.000 le aziende fornite di un collegamento a reti esterne tramite connessioni in fibra ottica o con protocollo xDSL poco pi del 30% del totale dei soggetti considerati, di cui il 22% tramite servizi xDSL e poco pi dell8% con collegamento in fibra ottica. possibile comunque stimare il mercato potenziale di banda larga – nel segmento considerato – in una misura superiore al 70% di quello attuale, per circa 267.000 aziende ed enti. Il 24% delle imprese gi a breve/medio termine, non potr infatti fare a meno di connessioni veloci in fibra ottica per soddisfare lesigenza di servizi integrati di informatica e telecomunicazione. Lanalisi territoriale evidenzia un solco profondo fra larea di Milano, leader, e il resto del Paese, con lunica eccezione della zona di Roma. Sud ed isole si trovano poi in una situazione di notevole ritardo, sia con riferimento al grado di adozione delle tecnologie, sia come conoscenza ed accesso alle stesse. I servizi per la sicurezza informatica sono quelli che trainano di pi la domanda i servizi pi utilizzati con le connessioni ad alta capacit risultano essere quelli di hosting (connessione a sistemi allocati in centri specializzati) e di backup/disaster recovery (di connessione automatica a sistemi remoti nel caso di indisponibilit dei propri), utilizzati da poco pi di 1/3 dei rispondenti. Seguono poi i servizi di Rete Privata Virtuale (VPN), che permettono di tracciare nellambito di una rete pubblica collegamenti protetti come se si avesse una rete privata. I servizi meno richiesti sono quelli di Video streaming (3,5%) Voice over IP (Telefonia via Internet, 6%) e Storage Area Network (capacit di archiviazione di dati distribuita, 10%). Per molte realt alcuni di questi servizi non sono ancora conosciuti, a dimostrazione di come la conoscenza delle tecnologie ICT, anche in aziende di medio-grandi dimensioni, non sia allaltezza dei tempi. La carenza conoscitiva dellofferta riguarda oltre il 35% delluniverso considerato. Dunque lofferta degli operatori non viene apprezzata anche a causa della mancanza della preparazione tecnologica dei clienti. La PA Locale ancora pi in ritardo, e che non sia pronta a sfruttare i servizi ottenibili attraverso la banda larga lo dimostra il fatto che solo la met degli intervistati li conosce. Lutilizzo di servizi o connessioni a banda larga riguarda solo il 18% del totale di cui l1,7% su fibra ottica e 16,5% XDSL. E in pi risulta che essi riguardano luso di Internet, la trasmissione dati e le connessioni interne (Intranet). E infatti ancora molto bassa la diffusione di progetti volti a coinvolgere linsieme delle strutture e a innovare i processi amministrativi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore