Industry 4.0, ecco le istruzioni per l’uso

AziendeFinanziamenti
IoT e Industrial Analytics nell'industry 4.0 italiana
0 0 Non ci sono commenti

Dal 1 marzo 2017 le imprese potranno presentare domanda di agevolazione per usufruire del contributo previsto dalla Nuova Sabatini

Incentivare la manifattura digitale e incrementare l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale, anche tramite l’innovazione di processo e di prodotto. E’ questo l’obiettivo per le imprese che, a partire dal 1° marzo 2017, potranno presentare domanda di agevolazione per usufruire del contributo maggiorato, calcolato su un tasso di interesse annuo del 3,575%, a fronte di investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Dalla stessa data, le imprese dovranno utilizzare solo il nuovo modulo di domanda (release 4.0) che sarà disponibile nella sezione dedicata alla Nuova Sabatini, mentre le domande presentate con il vecchio modulo e dopo il 1° marzo saranno considerate irricevibili. E’ quanto rende noto il Ministero per lo sviluppo economico (Mise), toccando il tema di Industry 4.0.

L’industria creativa e culturale supera le Tlc
Industry 4.0

All’interno del nuovo modulo le imprese dovranno indicare la ripartizione tra investimenti ordinari e investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (4.0). I principali paesi industrializzati si sono già attivati a supporto dei settori industriali nazionali in modo da cogliere appieno quest’opportunità. L’Italia ha sviluppato un “Piano nazionale Industria 4.0 2017-2020” che prevede misure concrete in base a tre principali linee guida:

  • operare in una logica di neutralità tecnologica
  • intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali
  • agire su fattori abilitanti.

Le direttrici strategiche sono: Investimenti innovativi: stimolare l’investimento privato nell’adozione delle tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0 e aumentare la spese in ricerca, sviluppo e innovazione
Infrastrutture abilitanti: assicurare adeguate infrastrutture di rete, garantire la sicurezza e la protezione dei dati, collaborare alla definizione di standard di interoperabilità internazionali
Competenze e Ricerca: creare competenze e stimolare la ricerca mediante percorsi formativi ad hoc
Awareness e Governance: diffondere la conoscenza, il potenziale e le applicazioni delle tecnologie Industria 4.0 e garantire una governance pubblico-privata per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore