Infezioni da bot: Italia è terza in Europa

CyberwarSicurezza

Cagliari, Roma e Milano sono le città più colpite, rispettivamente al terzo, sesto e ottavo posto tra le dieci città europee che presentano il maggior numero di computer infettati

L’Italia è al terzo posto in Europa per numero di computer bot infected, ossia computer nei quali i criminali informatici si sono insinuati per assumerne il controllo e usarli come ponte per lanciare attacchi informatici di vario tipo.

Cagliari, Roma e Milano sono le città più colpite, rispettivamente al terzo, sesto e ottavo posto tra le dieci città europee che presentano il maggior numero di computer infettati.

Sono i dati che emergono dall’ultima edizione dell’Internet Security Threat Report Volume XIII, presentato da Symantec.

Il report identifica il Web come il principale veicolo degli attacchi anche attraverso siti conosciuti.

In passato accadeva che per diventare vittima di un attacco l’utente dovesse visitare intenzionalmente un sito illegale o cliccare coscientemente su un allegato pericoloso. Oggi vengono compromessi siti Web leciti e utilizzati come mezzi per la diffusione di attacchi a computer aziendali e privati.

Symantec ha evidenziato come i cyber-criminali prediligano i siti di social networking e come facciano leva sulle vulnerabilità specifiche.

Negli ultimi sei mesi del 2007 sono state rilevate 11.253 vulnerabilità agli scripting multi-sito. Per sole 473 (circa il 4%) di queste vulnerabilità sono state messe a punto patch da parte degli amministratori IT dei siti colpiti, offrendo così agli hacker una notevole finestra di opportunità.

In maniera analoga, il phishing continua a rappresentare un problema. Nell’ultimo semestre del 2007 Symantec ha rilevato 87.963 host di phishing – computer che possono ospitare uno o più siti Web preposti a tecniche di phishing – con un incremento del 167% rispetto alla prima metà dell’anno.

Per approfondimenti: Symantec

Fonte: The Inquirer

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore