Ingram Micro trova una sorpresa sotto l’ombrellone

AziendeMercati e Finanza

Il secondo trimestre dell’anno porta buone notizie alla società che registra
una crescita dell’8% come fatturato e del 29% come utili netti.

Fatturato a quota 7.40 miliardi di dollari ed entrate in crescita in Nord America, paesi dell’Asia Pacifico e in America Latina.

Ingram Micro chiude il secondo trimestre dell’anno, terminato lo scorso 1° luglio, con un aumento dell’8% come fatturato e un balzo del 29% come utili netti, equivalenti a 53.8 milioni di dollari. L’8% è anche l’incremento registrato considerando i primi sei mesi dell’anno. A dare maggiore consistenza alla tendenza positiva del periodo, è il fatto che i risultati raggiunti non sono limitati a una sola regione, ma coinvolgono ben tre aree su quattro. L’unica esclusa è l’Europa, caratterizzata nel periodo da mutamenti di mercato. Nel dettaglio, i paesi del Nord America hanno avuto una crescita del 14%, attestandosi su un fatturato di 3.33 miliardi, pari al 45% del totale; l’Asia Pacifico raggiunge 1.34 miliardi (18% del totale) con un aumento del 12%; l’America Latina, 5% del totale, è a quota 332 milioni, con un incremento del 10%. L’Europa, che rappresenta il 32% del fatturato globale di Ingram Micro, si attesta a 2.39 miliardi di dollari, con un leggero calo rispetto al medesimo periodo del precedente esercizio. Nel terzo trimestre la società si attende un fatturato compreso tra 7.3 e 7.5 miliardi di dollari, con utili netti tra 49 e 56 milioni, equivalenti a 29/33 centesimi di dollaro per azione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore