Inizia il testing per lo standard dello streaming

Network

Presentato dal Wmf il documento che dovrebbe gettare le basi per un piano dinteroperabilità tra network ip e sistemi wireless

Un media-streaming interoperativo e accessibile da qualsiasi apparecchio wireless. Mercoledì 24 gennaio è stato compiuto un passo importante in questa direzione grazie alla definizione del documento Rtfd (Recommended Technical Framework Document) redatto dallWmf (Wireless Multimedia Forum). Il documento specifica le tecnologie che lindustria dovrà adottare per garantire le trasmissioni streaming sia su reti wireless che su quelle tradizionali via cavo. Tra le altre cose vengono definiti i formati dei file e i meccanismi di distribuzione tra server e network wireless. Alle nuove specifiche saranno ovviamente interessate le società che si occupano dellhosting come i content provider. LWmf attualmente raggruppa 56 società impegnate nel settore che così si impegnano ad adottare quanto prima le specifiche del documento Rtdf. Limplementazione dellRtdf e i testing dinteroperabilità, riguarderanno servizi streaming come video email e clip audio e video che si potranno trasmettere dai network funzionanti su protocollo ip a qualsiasi device mobile. La fase di testing inzierà già questanno ha dichiarato, Iraj Sodagar, responsabile del gruppo tecnico del Wmf. La riuscita e la diffusione del formato non sarà garantita solo dalladozione delle nuove specifiche da parte dei produttori hardware. Quello che rimane incerto è quanto i grandi produttori di device mobili riconosceranno limportanza dello standard.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore