Inizia l’era dei Mac Intel

Workspace

Al MacWorld di San Francisco i nuovi chip Core Duo di Intel entrano nel Macintosh di Apple. Ipod rimane imbattibile e Apple supera le attese di Wall Street

Le previsioni sono state rispettate: nel keynote di steve Jobs, Apple ha inaugurato MacWorld Expo di San Francisco svelando i primi Macintosh Intel inside, con cuore Dual Core. La transizione ai processori di Intel fa il suo esordio con la linea iMac, mentre il resto dei prodotti (iBook, Mac Mini e PowerMac) completerà la migrazione a fine 2006. I nuovi processori Duo di Intel promettono una velocità da due a tre volte superiore a iMac G5. I nuovi iMac saranno inoltre equipaggiati con Mac OS 10.4.4, il modello a 17 pollici è a 1.83 Ghz (al prezzo di 1299 dollari), mentre il modello a 20 pollici a 2 Ghz (al prezzo di 1699 dollari). Il successore del laptop PowerBook si chiama invece MacBook Pro: schermo da 15 pollici, il modello è dotato di processore Core Du oa 1.67 GHz e costerà 1999 dollari (oppure chip Duo a 1,83 Ghz). A completare i nuovi Mac potenziati con Intel, sono le suite iLife 06 e iWork 06 (funzionanti anche per la linea Power). apple ha rinnovato un contratto quinquennale con Microsoft relativo alla suite di produttività Office per Macintosh. Steve Jobs ha mostrato in anteprima iLife 2006 (a 79 sterline)destinata a gestire i tool per i media digitali, corredata di una nuova applicazione chiamata iWeb : con template, l’applicazione sarà utile nel Web publishing e Blog. Apple ha inoltre aggiornato iPhoto e Garage Band. Apple infine ha rivelato alcuni dati di mercato: la Mela ha venduto dal 2002 a oggi 42 milioni di iPod, che risulta un lettore in grado di macinare record di imbattibilità. Apple ha archiviato il trimestre, comprendente le festività natalizie, registrando un fatturato di 5,7 miliardi di dollari, superando le attese di Wall Street. Nel trimestre sono stati venduti 14 milioni di iPod e i brani musicali scaricati da iTunes sono a quota 850 milioni. Nell’ultimo trimestre Apple ha anche venduto 1,25 milioni di computer e server, con un incremento del 19,5%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore