Inizia l’era dei nuovi pagamenti digitali, grazie al Mobile

E-paymentMarketing
A doppia cifra i pagamenti digitali
1 16 Non ci sono commenti

In Italia l’e-commerce ha raggiunto i 13,3 miliardi di euro. Mobile Payment e e-Payment crescono a doppia cifra

I pagamenti digitali non conoscono crisi. Sebbene in Italia si siano ridimensionati i consumi, i pagamenti digitali chiudono il 2014 mettendo a segno una crescita del 3.6%. Ma, mentre l’incremento dei pagamenti tradizionali cashless, quelli via carta di credito, si ferma all’1,6%, a mettere il turbo sono i nuovi pagamenti digitali: e-commerce, e-payment, Mobile Payment (m-payment), Commerce a distanza e in prossimità, Mobile POS e Contactless Payment.

Nel 2014 l’e-commerce tricolore ha raggiunto i 13,3 miliardi di euro, in rialzo annuo del 17%, mentre l’export ha compiuto un balzo del 24% a quota 2,5 miliardi di euro.

Il raddoppio dell’m-commerce (Mobile commerce via smartphone e tablet) traina l’m-payment: infatti pagamenti e acquisti via Mobile crescono del 55%. Mobile commerce e pagamenti via Mobile valgono circa 2 miliardi di euro nel 2014, ma si può fare di più: si stima che nel 2017 salirà per raggiungere una cifra tra 4 e 5 miliardi di euro. Così riporta la ricerca degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

In Italia Mobile Payment e e-Payment crescono a doppia cifra: hanno registrato un balzo del 20%. E i New Digital Payment rappresentano il 12% dei pagamenti cashless.

A trainare i nuovi pagamenti digitali sono i 3 milioni di biglietti dei mezzi pubblici comprati via smartphone (per 160 milioni di euro), i 2 milioni di servizi di car-sharing e il milione di ore di sosta pagati con le nuove modalità. Le ricariche telefoniche costituiscono il 70% del mercato (+22% rispetto al 2013). Progrediscono anche i pagamenti di bollette e bollettini (+37% rispetto al 2013).

I pagamenti “in prossimità” totalizzano 300 milioni di euro, grazie alle carte Contactless e ai Mobile POS. E, quando sbarcheranno in Italia Apple Pay e i concorrenti (anche Samsung Pay potrebbe essere presentato al Mobile world congress – Mwc 2015 – di Barcellona), potremmo assistere a un vero boom dei New Digital Payment.

Tuttavia è possibile fare qualcosa in più e ci attendiamo una crescita media, tra il 2015 e il 2017, pari al 7% annuo, che porterà questo mercato a raggiungerei 176 miliardi di euro. Per agevolare questa crescita occorrono sia un intervento normativo che proponga incentivi e diffonda conoscenza, sia l’impegno, da parte del mondo dell’offerta, a puntare sui New Digital Payment”, precisa Alessandro Perego, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce.

Mobile Payment e m-commerce mettono il turbo in Italia
Mobile Payment e m-commerce mettono il turbo in Italia

La maggiore diffusione del cashless nel nostro Paese è una buona notizia: potrebbe portare ad un risparmio di 40 miliardi di euro l’anno in Italia, quasi 3 punti di Pil secondo recenti stime in Italia.

Anche la piattaforma eBay Italia conferma i dati sull’export via e-commerce: su 26 mila imprese tricolori monitorate, il 63% esporta all’estero via Internet a un prezzo medio di 74 dollari, che sale a 112 nelle esportazioni verso la Cina.

Gli italiani avevano circa 37 milioni di smartphone nel 2013, saliti a 45 milioni di unità nel 2014. Secondo l’Istat, in Italia nel 2014 il 34,1% degli italiani con più di 14 anni si è rivolto all’e-commerce per acquistare merci o servizi. Ma a correre è l’m-commerce: secondo Netcomm, solo le vendite da smartphone hanno superato il giro di boa del primo miliardo di euro.

Ma a che punto è l’m-payment? Google sta per lanciare la sfida a Apple nel mercato dei pagamenti via smartphone, dopo che Apple Pay è sbarcato sugli iPhone 6 e 6 Plus (forte di un milione di attivazioni in pochi giorni), ma arriverà anche su Apple Watch. Inoltre, Samsung Pay potrebbe debuttare a Mwc 2015. A livello globale, il mercato dei pagamenti mobili passerà dai 12.8 miliardi di dollari nel 2012 ai 90 miliardi di dollari nel 2017, registrando una crescita del 48% rispetto al 2012, secondo Forrester Research. Ma dal 2019 i servizi di m-payment saliranno da 52 miliardi nel 2014 a 142 miliardi di dollari.

Il Mobile-Payment (m-Payment) crescerà del 60% nel 2015, mentre gli e-payment freneranno, calando al 15,9% annuo nello stesso periodo. Lo prevede il World Payment Report, pubblicato da Capgemini e da Royal Bank of Scotland nel 2014: accelerano gli m-payment, stimati a quota 38,5 miliardi di transazioni, mentre sta rallentando il tasso di crescita degli e-payment (a quota prevista 47 miliardi di transazioni).

Cosa sapete dei pagamenti mobili? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore