Innovazione a fondo perduto in Liguria

Aziende

Per le Pmi della Liguria sono disponibili otto milioni di euro per finanziare la ricerca di progetti industriali o di sviluppo precompetitivo

Innovazione facile per le Pmi situate nelle aree obiettivo 2 della regione Liguria. Per questi soggetti c’è la possibilità di accedere a un fondo di otto milioni di euro per finanziare la ricerca di progetti industriali o di sviluppo precompetitivo. In pratica si tratta di fare pianificazioni e indagini critiche per acquisire nuove conoscenze, ma è necessario concretizzare i risultati delle attività di ricerca industriale con un piano o un progetto che permetta di rinnovare prodotti o servizi già in essere o di migliorare i propri processi produttivi.

Le domande, presentabili dal primo dicembre, riguardano la concessione di contributi a fondo perduto e fanno riferimento al bando della legge 598/94 (articolo 11) finanziato con fondi comunitari (sottomisura 1.4b, Docup 2000/06). Sono ammessi progetti con una durata superiore a 24 mesi presentati da Pmi che esercitano attività di produzione di beni e servizi, anche se raggruppate in consorzi.

Tra le spese finanziate, da documentare e con un limite del 60%, troviamo quelle relative al personale dipendente che effettua la ricerca e dei servizi di consulenza specifici per il progetto, il costo delle strumentazioni, delle attrezzature, dei macchinari e dei materiali necessari all’attuazione della ricerca. Sono ammessi solo i progetti non ancora avviati al momento della presentazione della domanda allo sportello. L’agevolazione usa il meccanismo nella forma mista del contributo in conto interessi e a fondo perduto.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore