Instant messaging: l’accordo fra Google e Yahoo! visto dagli Im

Management

Le barriere fra i regni delle chat online stanno cedendo, ma in realtà serve un IM communication standard

Per gli utenti degli instant messaging, l’accordo fra Google è Yahoo! è una notizia ottima. La migliore da quando Microsoft e Yahoo! hanno reso interoperabili la

loro messaggistica instantanea

, dopo anni di rivalità. L’accordo fra Google e Yahoo! ha, infatti, deciso d i rendere interoperabili Google Talk e l’IM di Yahoo!.

Non sono stati forniti dettagli ulteriori: ma cede il muro d’isolamento e gli utenti dell’IM di Yahoo! dialogheranno con quelli di Google Talk e viceversa.

I principali servizi di messaggistica instantanea , Windows Live Messenger, Yahoo Messenger, AOL Instant Messenger e Google Talk, finora erano incomunicabili, tranne per Microsoft e Yahoo!.Anche Aol sta aprendo il suo Aim, per ora a Meebo e eBuddy. Apple iChat ha fatto collegamenti con AIM e Google.

Ma, oltre a utili accordi di interoperabilità, in realtàserve un IM communication standard (una sorta di Smtp delle email): candidato ideale è i l protocollo

Xmpp, quello usato da Google Talk

(che detiene però solo l’1% del market share della messaggistica istantanea).

La situazione dell’interoperabilità degli Im rimane una questione da risolvere, anche se non è banale, sia per motivi di privacy che di advertising online associati alla messaggistica instantanea (l’ Im sul lavoro sta sostituendo telefono e email ).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore