Intel batte le aspettative, ma aspetta il tablet

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobility

Nel terzo trimestre Intel supera le previsione. Ma guarda ai tablet. In conference call Paul Otellini, Ceo di Intel, ha fatto l’elogio di Apple iPad che ha saputo reinventare il segmento

Intel ancora non sente l’effetto iPad, ma ha bisogno di un tablet per il prossimo fututo. I ricavi di Intel si attestano a quota 11.1 miliardi di dollari, in crescita del 18%, mentre gli utili salgono del 59% a 2.96 miliardi di dollari. I guadagni per azione sono in rialzo del 58% a 52 centesimi per azione.

In conference call Paul Otellini, Ceo di Intel, ha fatto l’elogio di Apple, che ha fatto un “lavoro meraviglioso (wonderful job) reinventando la categoria“; alla domanda se iPad e tablet “Avranno impatto sulle vendite di PC?” Otellini ha risposto: “Di sicuro, sui margini avranno effetto“. iPad e tablet stanno dando la sveglia al mercato Pc. Intel prevede una previsione di tablet Windows, Android e Meego già nei prossimi mesi e trimestri. Finora a beneficiare le boom dei tablet è stata l’inglese rivale di Intel, Arm.

Secondo Bloomberg, in questo trimestre gli utenti sia corporate che consumer dei mercati emergenti hanno comprato più computer, mettendo una “pezza” al rallentamento dei mercati dei paesi sviluppati (Usa ed Europa). Il “back-to-school” non è stato promettente come in altri anni, perché nei mercati maturi si sente la concorrenza dei “Pad”. La debolezza del segmento netbook si osserva dal calo del 4% registrato dalla piattaforma Atom sul trimestre precedente a quota 396 milioni di dollari.

Secondo Intel non c’è traccia di “recessione double-dip” (a W) ma il 2011 dovrebbe essere abbastanza positivo.

Paul Otellini, Ceo di Intel
Paul Otellini, Ceo di Intel
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore