Intel Centrino al servizio della scienza medica

ComponentiWorkspace

La tecnologia mobile fa capolino dalla vetta del Monte Rosa

Intel ha messo la propria tecnologia a disposizione dell’Istituto Auxologico di Milano e dell’Università Bicocca per la realizzazione di un progetto destinato ad aiutare le persone affette da obesità grave, cardiopatie e ipossia (mancanza di ossigeno). L’equipe medica sta realizzando uno studio degli effetti dell’altitudine su attività cardiaca, respiratoria e sonno di persone sane. Il progetto consiste in una spedizione sul Monte Rosa di un gruppo di persone, tra cui un’equipe medica dell’Istituto Auxologico, che per sei giorni scalerà il Monte fino a raggiungere il Rifugio Margherita, a 4600 metri d’altezza. Per l’occasione, il Rifugio è diventato l’hot-spot (un punto d’accesso alla Rete senza fili) più alto d’Europa grazie a una connessione satellitare offerta dall’Internet provider siciliano Videobank. La spedizione è dotata di PC notebook con tecnologia mobile Intel Centrino grazie a cui medici e alpinisti possono, in qualsiasi momento, comunicare e trasmettere informazioni all’Istituto milanese. I PC possono anche essere usati anche come telefoni cellulari in modalità VoIP (voice over IP). Inoltre ogni giorno sul sito di Focus (www.focus.it/monterosa), partner del progetto, sarà possibile leggere il “diario di bordo” e oggi 25 luglio alle ore 16.00 verrà realizzata una videoconferenza con i componenti della spedizione. Per comunicare con la spedizione è inoltre possibile scrivere all’indirizzo mail: monterosascienza@hotmail.com.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore