Intel e Amd: soddisfatte, ma stabili

Workspace

Nella prima parte dell’anno sia Intel che Amd ottengono buoni risultati,
ma non cambiano le rispettive quote di mercato.

Secondo Mercury Research, nel primo trimestre Intel ha l’83.7% del mercato dei processori x86, mentre Amd è a quota 14,7%. La restante percentuale viene suddivisa tra Via Technologies e Transmeta. Gli analisti ritengono che il piccolo incremento registrato da Amd sia da imputarsi al lento andamento delle vendite da parte di fabbricanti e integratori locali. Una tendenza che condiziona pure Intel, che al contrario di Amd non gode di un certo aumento dei prezzi. Altalenante la situazione dei due accesi concorrenti. Mentre Amd vede crescere, seppur lievemente le vendite nei server, Intel mantiene la posizione predominante nelle vendite di chips nell’ambito dei processori x86. Pentium e Opteron sono infatti i processori più usati. Mercury non considera i processori usati nei computer Apple, perché la loro percentuale, il 3% del totale, non è così influente. Mentre rientrano nella classifica le console Xbox di Microsoft, per le quali Intel ha ottenuto la fornitura a scapito di Amd. Le ultime stime, vedono però il prodotto in calo e Microsoft sta rivedendo le proprie strategie. Potrebbe anche non usare più il chip di Intel, ma sostituirlo con un altro processore studiato assieme a Ibm.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore