Intel e IBM, le trimestrali riflettono la debolezza dell’economia

AziendeMarketingMercati e Finanza
Le trimestrali di eBay, Ibm e Sap

Trimestrali in chiaroscuro per Intel e Ibm. Su Intel pesano: l’attesa per Windows 8, la debolezza dell’economia e l’era Mobile. Su IBM, il dollaro forte

Intel ammette che il rallentamento del mercato Pc erode la profittabilità. Il titolo di Intel ha perso il 3.4%, dopo un calo del 7.8% dall’inizio dell’anno. Intel ha archiviato il terzo trimestre registrando 2.97 miliardi di dollari di guadagni netti, pari a 58 centesimi di dollari per azione, contro i 3.47 miliardi di dollari, o 65 centesimi di dollari dello stesso trimestre di un anno fa. Il fatturato cala a 13.5 miliardi di dollari. A parte la Cina dove i notebook ancora si vendono, nel resto del mondo il mercato Pc aziendale gira a marce ridotte: “a metà della velocità del solito di questo periodo dell’anno“, ha detto il Ceo di Intel Paul Otellini. Sono tre i fattori che pesano: l‘attesa per Windows 8 (al debutto dal 26 ottobre), la debolezza dell’economia globale (con l’euro-recessione), e lo spostamento consumer verso il Mobile (gli utenti preferiscono smartphone e tablet ai Pc). Anche la rivale AMD è in difficoltà, tanto che potrebbe tagliare il 20% della forza lavoro.

Anche IBM sente il peso di un dollaro forte e dei tagli dei budget IT. L’euro-recessione elo stand-by negli USA, in attesa dell’elezione del Presidente americano, sono fattori che si fanno sentire. IBM batte le aspettative sui profitti, con utili pari a 3.62 dollari per azione. Ma il fatturato si allegerisce del 5% a 24.7 miliardi di dollari(e qui l’impatto negati del dollaro forte pesa per almeno un miliardo di dollari). Ma i ricavi in EMEA sono in declino del 9% a 7.2 miliardi di dollari, nelle Americhe in flessione del 4% a 10.4 miliardi di dollari; in controtendenza è l’Asia-Pacifico, con fatturato in salita dell’1% a 6.5 miliardi di dollari.

Le trimestrali in charoscuro di Intel e IBM @ shutterstock
Le trimestrali in charoscuro di Intel e IBM
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore