Intel e Luxottica, accordo per gli smartglass

AziendeMarketing
Intel e Luxottica, accordo per gli smartglass
0 0 Non ci sono commenti

La collaborazione pluriennale fra Intel e Luxottica sfocerà nello sviluppo di occhiali intelligenti, a partire dal 2015

Intel e Luxottica ha siglato un’intesa per gli smartglass. La collaborazione pluriennale sfocerà nello sviluppo di occhiali intelligenti, a partire dal 2015. In base all’accordo, la Ricerca e Sviluppo dovrà declinare la tecnologia intelligente con occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi. Brian Krzanich, CEO di Intel, è soddisfatto della collaborazione: “La collaborazione con Luxottica Group unirà i nostri ecosistemi, combinando le tecnologie all’avanguardia, hardware e software di Intel, con il design innovativo e la conoscenza del consumatore propri di Luxottica. Questo connubio di competenze guiderà un’innovazione ancora più rapida, andando oltre il limite del possibile”. “Questo accordo rappresenta un’incredibile opportunità per continuare a innovare e definire ulteriormente il futuro dell’eyewear“, ha precisato Massimo Vian, numero uno di Luxottica.

Secondo IDC, il mercato della Wearable Tech raggiungerà dal 2018 quota 130 milioni di unità, per un valore di 6 miliardi di dollari. Il mercato della Wearable tech, la tecnologia da indossare (compresi i braccialetti fitness e gli smartglass come i Google Glass) vale 5,2 miliardi di dollari quest’anno e 7,1 miliardi nel 2015. Secondo Juniper, saranno venduti 100 milioni di smartwatch dal 2019. Anche Gartner prevede che il mercato degli Smartwatch decollerà: prevede che dal 2016 gli smartwatch rappresenteranno circa il 40% dei dispositivi indossati al polso in ambito consumer. Morgan Stanley stima che i device indossabili cresceranno da 6 milioni nel 2013 a 248 milioni di unità nel 2017, il doppio del previsto.

A inizio dell’anno Intel aveva lanciato collaborazioni con Fossil e Opening Ceremony per sviluppare dispositivi di wearable tech come braccialetti fashion.

Intel e Luxottica, accordo per gli smartglass
Intel e Luxottica, accordo per gli smartglass

L’italiana Luxottica produce su licenza anche per brand del calibro di Bulgari, Burberry, Chanel, Dolce&Gabbana, Emporio Armani, Prada, Ralph Lauren, Tiffany & Co. e Versace. Il titolo di Luxottica ha guadagnato il 3,41% raggiungendo 40,29 euro, all’annuncio dell’accordo con Google. Il gruppo detiene il 12,4% delle quote del mercato, inoltre controlla oltre 5.000 negozi retail oltreoceano attraverso LensCrafters e Sunglass Hut.

Gli smartglass sono destinati a migliorare la produttività, perché avere i dati sempre a disposizione significa offrire più efficienza e prendere decisioni più rapide ed efficaci: “Nell’arco di 3-5 anni, l’industria farà esperienza dei benefici provenienti dagli smartglass nel campo dei servizi aumentando i profitti di un miliardo di dollari all’anno. Nel campo field servizi, i grandi risparmi proverranno dalla diagnostica e dal risolvere i problemi più velocemente e senza la necessità di far arrivare esperti aggiuntivi da località remote” ha commentato la società di analisi Gartner.

Luxottica aveva siglato un accordo coi Google Glass sotto la guida del precedente Ceo, Andrea Guerra, ma il flop degli smartglass di Google e la rifocalizzazione di questi nell’ambito business, dopo il passaggio ai chip Intel, deve aver provocato la svolta di Luxottica. Sotto l’insegna di Intel, sempre più protagonista nel mercato della Wearable tech, la tecnologia da indossare.

Che cosa sono gli Smart Glass? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore