Intel e McAfee, va in porto l’acquisizione che blinda i chip

AziendeMarketing

Intel completa l’acquisizione da 7,7 miliardi di dollari di McAfee. Il colosso dei chip porterà la sicurezza al livello del silicio

L’acquisizione da 7,7 miliardi di dollari di Intel da parte di McAfee è stata approvata. L’Antitrust UE aveva voluto vederci chiaro, ma poi ha dato semaforo verde al takeover di Intel e McAfee.

A fine agosto Intel ha acquisito per 7,68 miliardi di dollari McAfee, il produttore del popolare antivirus. Per Intel è l’occasione per realizzare un processore sicuro fin dalla radice, fin dentro il suo chip, portando la sicurezza al livello del silicio. Con questa mossa Intel intende sposare il concetto di sicurezza IT con l’hardware dei dispositivi informatici. Intel si rifocalizza investendo anche nel mercato della sicurezza, in vista del passaggio dall’era Pc ai “device always on” (i dispositivi sempre connessi a Internet) nell’era Mobile. In vista della progressiva migrazione verso il cloud computing nell’era di smartphone, tablet e iPad, Intel blinda i chip con la security di McAffe. Infatti i file online necessitano di uno scudo protettivo maggiore: meglio se la sicurezza parte già dal silicio.

All’ultimo CES 2011, Intel ha presentato l’architettura Sandy Bridge, aggiornata con la seconda generazione dei processori Core iX: più potenza e consumi inferiori. I prodotti di McAfee saranno in futuro integrati nei PC e nei computer embedded, per aiutare gli utenti a connettersi in maniera più sicura. Intel ha detto che non impedirà ad altri vendor di sicurezza di sviluppare prodotti di security per i suoi chip.

Intel compra McAfee per 7,7 miliardi di dollari
Intel compra McAfee per 7,7 miliardi di dollari
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore