Intel: la strategia wireless

MobilityNetworkWlan

Al 3GSM World Congress si parla della coesistenza di diverse tecnologie
wireless a banda larga e di una nuova piattaforma di riferimento
multimediale per i telefoni cellulari.

Paul Otellini, President e COO di Intel, ha annunciato i piani di Intel per il mercato in crescita del silicio wireless, soffermandosi in particolare sulla coesistenza di varie tecnologie wireless a banda larga e sull’impatto della Legge di Moore sui segmenti di mercato di cellulari e palmari. In occasione del 3GSM World Congress 2004, Otellini ha affermato: «Il settore del wireless si sta evolvendo per passare da un insieme di reti indipendenti a un’unica rete wireless integrata con diversi standard, e nessuno standard è ormai sufficiente da solo. Le tecnologie disponibili, quali Wi-Fi, WiMAX e 3G non saranno in conflitto tra loro, ma dovranno coesistere, e questa coesistenza è destinata a favorire lo sviluppo di nuove applicazioni e di nuovi modelli aziendali interessanti. Intel ha inoltre annunciato i processori Intel per cellulari e in banda base di nuova generazione, tra cui una soluzione UMTS/Wide-Band CDMA (WCDMA) dual mode con un’architettura di ricevitore evoluta che consente di mantenere segnali di qualità più elevata e di ridurre il numero delle chiamate interrotte per i telefoni utilizzati su reti di terza generazione. La nuova famiglia di processori, il cui nome in codice è Hermon, prevede inoltre funzionalità complete per videoconferenze. Nel corso del suo intervento, Otellini ha affermato che la Legge di Moore avrà un notevole impatto sui segmenti di mercato di cellulari e palmari, e che il passaggio verso il silicio basato su standard consentirà a carrier e produttori di telefonini di ridurre i costi e i tempi di introduzione sul mercato. Otellini ha inoltre accennato alla transizione del settore verso infrastrutture per le comunicazioni modulari basate su standard, ad esempio la specifica ATCA (Advanced Telecommunications and Computing Architecture) e la tecnologia di elaborazione Intel. La nostra tradizione di innovazione e integrazione, che ci consente di inserire più funzionalità in spazi ridotti, avrà un effetto considerevole su questi segmenti di mercato, dove il costo è un fattore critico, ha spiegato Otellini. Parlando della Legge di Moore, Otellini ha accennato ad alcune iniziative di ricerca di Intel nel campo delle radio basate su software, e ha ribadito la visione a lungo termine di Intel di inserire radio multiprotocollo in tutti i chip realizzati. Otellini ha inoltre annunciato un nuovo progetto di riferimento a tre radio per i telefoni cellulari, con funzionalità Wi-Fi, Bluetooth e GSM/GPRS integrate, basato sul più recente processore applicativo Intel e sulla memoria Intel StrataFlash. Il telefono supporta più sistemi operativi completi di tutte le funzionalità, riproduce file musicali MP3 con audio di qualità PC e comprende una video/fotocamera digitale da 1,3 megapixel. Il progetto di riferimento Intel offre una piattaforma di base completa ai produttori che desiderano fornire telefoni cellulari in grado di accedere a reti wireless ad alta velocità (Wi-Fi, Bluetooth o 2.5G). Otellini ha concluso le proprie osservazioni sottolineando l’opportunità significativa offerta da WiMAX nei prossimi anni. Ha previsto un punto di inflessione per WiMAX nel periodo 2006-2008, simile a quanto si è verificato per Wi-Fi negli ultimi anni, e ha affermato che la funzionalità WiMAX sarà disponibile nei computer notebook entro il 2006 e nei telefonini nel 2007.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore