Intel lancia Omni-Path e svela Xeon Phi

ComponentiWorkspace
Intel lancia Knights Landing Xeon Phi
0 3 Non ci sono commenti

I protagonisti di Supercomputing Conference sono: Intel Omni-Path, Xeon Phi e il processore Knights Landing, che sarà disponibile non prima dell’anno prossimo

In occasione della Supercomputing Conference, Intel ha lanciato ufficialmente Omni-Path, l’interconnect fabric ad alta velocità, e ha svelato i dettagli del chip Xeon Phi per workstation, da rendere disponibile agli sviluppatori. Inoltre, il processore Knights Landing sarà disponibile non prima dell’anno prossimo.

Intel lancia Omni-Path e svela Xeon Phi
Intel lancia Omni-Path e svela Xeon Phi

Al Supercomputing Conference (SC15), ovvero l’International Conference for High Performance Computing, Networking, Storage and Analysis, Intel ha aggiornato il suo portfolio di high-performance computing (HPC).

I clienti chiedevano una singola architettura in grado di supportare big data, visualizzazione, machine learning e HPC workloads invece di richiedere le infrastrutture dedicate per ciascuno. Ciò porta alla creazione di Scalable System Framework (SSF) di Intel che può servire come architettura flessibile per sistemi HPC.

Parte di SSF è la tecnologia Omni-Path fabric, ufficialmente lanciato presso SC15, che fornisce la connessione fra nodi individuali in un cluster HPC. È stato sviluppato per offrire richieste le alte performance riducendo i costi.

La soluzione è da 100Gbps ed è stato calcolato il 17% meno di latenza e il 16% superiore di velocità di messaggistica rispetto a InfiniBand EDR.

Intel Omni-Path Architecture offre una soluzione scalabile a prestazioni elevate con infrastruttura che sfrutta le richieste di crescita dell’HPC e delle applicazioni per i centri dati,” ha precisato Hugo Saleh, Direttore del Marketing e Sviluppo Industriale HPC alla Intel. “La nostra collaborazione con Supermicro sfrutta le tecnologie Intel migliori nella classe per sviluppare soluzioni di elaborazione end-to-end a prestazioni elevate che aiutano i clienti a ridurre il consumo energetico e i costi derivanti dalle distribuzioni HPC su vasta scala. Insieme stiamo pianificando di offrire sistemi bilanciati utilizzando il Intel Scalable System Framework (SSF), all’inizio del prossimo anno, che consentono di massimizzare gli spazi dedicati al calcolo, le prestazioni di interconnessione e il valore FLOP complessivo per dollaro.”

Knights Landing a 72 core, ognuno basato su Intel Atom, sarà disponibile dal 2016. Il suo successore sarà Knights Hill che verrà prodotto con processo di produzione a 10nm.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore