Intel Pentium 4 e Intel 925/915 Express

LaptopMobility

Ecco i nuovi processori e chipset di Intel per il Socket Lga 775 e bus
Pci Express

I nuovi chipset per computer desktop prodotti da Intel, siglati 925 Express e 915 Express, sono dedicati rispettivamente all’integrazione di sistemi ad alte performance e a quelli mid e low end. Le innovazioni rispetto alla precedente serie di prodotti sono numerose e volte a integrare il maggior numero di tecnologie all’avanguardia come per esempio quelle Pci Express, Ddr2, oppure Azalia per l’audio. Anche questi chipset supportano ovviamente le funzioni Hyper-Threading delle Cpu Pentium 4, uno degli elementi su cui Intel sta puntando molto, anche in prospettiva dell’arrivo, nei prossimi anni, di Cpu dual core. I due nuovi chipset condividono il supporto per le Cpu Intel Pentium 4 di ultima generazione (i Pentium 4 e i Pentium 4 EE), su Socket Lga 775 con frequenza esterna di clock di 533 o 800 MHz. L’adozione di questo nuovo tipo di Socket ha permesso di spostare i piedini di contatto dalla Cpu alla scheda madre. Per la memoria, mentre il chipset 925 può gestire solamente quella di tipo Ddr2 con frequenza a 533 o 400 MHz, è il chipset 915 a fornire la massima elasticità a questo riguardo e supporta moduli di tipo Ddr o Ddr2, con frequenze che variano da 266 MHz a 533 MHz. I due tipi di memoria sono differenti sotto molti aspetti, non ultimi quelli meccanici. La decisione su quale tipo di memoria utilizzare deve quindi avvenire nella fase di integrazione della scheda madre. I canali di accesso alla memoria sono due e possono essere utilizzati fino a due slot per canale. È possibile indirizzare fino a un massimo di 4 Gbyte di memoria con una larghezza di banda massima di 8,5 Gbyte/s. Sul fronte delle espandibilità del sistema è stato abbandonato il supporto al collegamento Agp, a vantaggio del nuovo e più veloce Pci Express. Gli slot Pci, invece, potranno coabitare con quelli Pci Express. Diversamente dal chipset 925 che non lo prevede, il chipset 915 può effettuare anche l’elaborazione video, grazie all’apposita sezione integrata nella versione G. Intel Graphics Media Accelerator 900 fornisce prestazioni grafiche superiori ai precedenti controller grafici integrati Intel. L’utilizzo della memoria di sistema è ottimizzato in ragione del tipo di elaborazione video del momento e potrà variare dinamicamente a seconda delle necessità. Sul fronte della gestione delle unità di massa il chip ICH6/R/W/RW permette di controllare fino a quattro unità con interfaccia S-Ata e due unità con interfaccia P-Ata. Il suffisso R sta a indicare la possibilità di utilizzare la nuova tecnologia Intel Matrix Storage Technology per la gestione dei dischi anche secondo i livelli Raid 0, 1 e 0+1. Con l’estensione W è indicata invece la possibilità di attivare le connessioni Wireless secondo il protocollo 802.11g. L’elaborazione audio, sempre affidata al chip ICH6 supporta differenti formati, comprendendo i modelli Dolby Digital, Thx, Dts secondo gli schemi 5.1, 6.1 e 7.1. Abbiamo eseguito una serie articolata di test con quattro schede madri basate sui nuovi chipset e i processori Pentium 4 Extreme Edition e Pentium 4 560. Il primo presenta come caratteristiche un core prodotto con processor a 130 nanometri, una frequenza di funzionamento interna a 3,4 GHz e Fsb a 800 MHz. La cache di secondo livello è di 512 Kbyte e quella di terzo livello ammonta a 2 Mbyte. Il Pentium 4 560 utilizza invece il nuovo processo produttivo del core a 90 nanometri, con frequenza interna a 3,6 GHz e Fsb a 800 MHz. La cache di secondo livello è di 1 Mbyte. Il differente quantitativo di cache e la diversa gestione condizionano ovviamente le performance, a vantaggio della versione Extreme Edition nonostante utilizzi il processo produttivo di vecchia generazione e la frequenza interna sia più bassa. Per le motherboard, tutte le schede dispongono di Socket Lga 775 e sono caratterizzate da ottime prestazioni e un elevato numero di controller e porte di comunicazione. I modelli Asus P5GD2 Premium, Albatron PX915G Pro e Intel D915G fanno uso del più economico chipset Intel 915, mentre la più potente Asus P5AD2 Premium sfrutta il 925X. Per completare la configurazione di test abbiamo usato due moduli Sdram Ddr2 a 533 MHz e Cas Latency 4. La scheda video utilizzata è una nVidia GeForce 6800 GT Pci-E x16 con 256 Mbyte Gddr3, mentre l’hard disk è un Maxtor 6Y250M0 con capacità di 250 Gbyte e interfaccia Serial Ata. Il sistema operativo adottato è Windows Xp Professional SP1.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore