Intel potrebbe cedere Intel Security (ex McAfee)

AcquisizioniAziende
Intel potrebbe cedere Intel Security (ex McAfee)
1 10 Non ci sono commenti

Il numero uno dei chip potrebbe vendere Intel Security, frutto dell’acquisizione di McAfee, avvenuta nel 2010 per oltre sette miliardi di dollari. La strategia di Intel è sempre più focalizzata su IoT, data center e ibridi 2-in-1

Intel potrebbe essere in procinto di effettuare significative cessioni nel campo della cyber sicurezza. Lo riporta il Financial Times (FT). Il numero uno dei chip potrebbe vendere Intel Security, frutto dell’acquisizione di McAfee, avvenuta nel 2010 per oltre sette miliardi di dollari.

Intel potrebbe cedere Intel Security (ex McAfee)
Intel potrebbe cedere Intel Security (ex McAfee)

L’azienda di Santa Clara sarebbe in trattative con alcune banche per ricercare compratori e valutare le diverse opzioni sul tavolo, per sbarazzarsi di Intel Security, in precedenza nota come McAfee. L’acquisizione venne effettuata nell’ottica di inserire direttamente all’interno dei processori soluzioni di sicurezza contro i malware e altre cyber minacce: le architetture dell’azienda di Santa Clara contemplano queste misure di sicurezza, ma pare che l’investimento non abbia dato i frutti auspicati.

L’azienda guidata dal Ceo Brian Krzanich ha condotto una strategia di rebranding, durata circa un anno prima del completamento. Lo scudo McAfee è rimasto nel logo delle soluzioni di sicurezza, dove però campeggia in maniera evidente quello di Intel. La transizione si è conclusa nel 2014.
Non è cambiato l’assetto societario, con McAfee che è rimasta una controllata. In questo modo, il veldor dei chip ha cercato di proporsi come fornitore di soluzioni di sicurezza su ogni tipologia di device.

Lo scorso aprile il Ceo Brian Krzanich ha svelato una stategia, sempre più focalizzata sul mercato dei datacenter, Internet of Things (IoT) per auto e dispositivi connessi, e sulle memorie. L’azienda rimane naturalmente nel mercato PC, ma sempre più interessata al segmento degli ibridi 2-in-1 (quello a più rapida crescita) e meno nell’ambito desktop e classici notebook.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore