Intel produrrà dischi allo stato solido

ComponentiWorkspace

Il primo drive allo stato solido di Intel basato su memoria flash Nand è dedicato a notebook, portatili e altri dispositivi

INTEL rilascerà presto il suo primo drive allo stato solido basato su memoria flash NAND e dedicato a notebook, portatili e altri dispositivi.

Si chiamerà Z-U130 l’SSD di Intel, pensato per velocizzare il boot e l’accesso ai dati. I consumi estremamente contenuti lo rendono ideale anche per s istemi embedded, router, server leggeri e applicazioni industriali.

Verrà quindi integrato in molte piattaforme basate su chipset Intel, tra cui anche computer a basso costo e terminali per i punti vendita. Attualmente il dispositivo è disponibile con capienze variabili da 1 a 8 GB, ma sono in preparazione versioni in formato standard da 1,8 e 2,5 pollici con capacità da 80 e 160GB, che arriveranno sul mercato entro la primavera del 2008.

Per quanto riguarda il mercato dei notebook, Intel dovrà quindi vedersela con concorrenti come Samsung e Toshiba, che già da tempo hanno rilasciato i loro SSD con interfaccia SATA. Samsung ha già dichiarato che entro aprile lancerà il suo drive allo stato solido da 128 GB, mentre quello di Toshiba con la stessa capienza sarà pronto per maggio.

Per il momento comunque i prezzi della nuova tecnologia restano molto elevati, per cui ci vorrà tempo prima che diventino prodotti popolari.

Altre informazioni le trovate su Computerworld .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore