Intel ridimensiona le previsioni fiscali per il primo trimestre 2003

Workspace

Intel, il più importante produttore al mondo di microchip, ha rivisto le previsioni di vendita per i primi tre mesi dellanno incorso.

I profitti potrebbero essere di oltre il 2,7% inferiori a quelli dellanno scorso, ha ammesso la compagnia nellultimo aggiornamento al mercato azionario. Le previsioni della compagnia di Santa Clara indicavano, per il periodo di tre mesi che si concluderà il 29 di marzo, profitti compresi tra i 6,5 e i 7 miliardi di dollari. Ora, invece, indica profitti compresi tra i 6,6 e i 6,8 miliardi, in accordo, comunque con le previsioni degli analisti. La previsione sullutile lordo percentuale indica una lieve contrazione, poco sotto il 50%, più o meno due punti. Intel ha dichiarato che le vendite di microprocessori per computer hanno registrato un leggero rialzo rispetto a quanto prospettato, ma le diminuite vendite di chip per telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici hanno provocato un abbassamento generale delle previsioni Tre settimane fa, Craig Barrett, CEO di Intel, ha dichiarato durante una conferenza, che le compagnie high-tech hanno diverse ragioni per aspettarsi miglioramenti negli affari entro i prossimi dodici mesi. La compagnia californiana è considerata come un barometro per lindustria dei semiconduttori, che sta lottando per recuperare dopo la crisi peggiore della sua storia. Landamento del mercato dei semiconduttori, a sua volta, viene sovente considerato come un segnale di recupero nel più vasto mercato della tecnologia. Secondo Gartner, il mercato mondiale dei semiconduttori dovrebbe registrare una crescita del 9% questanno, totalizzando vendite per 167 miliardi di dollari. Il valore azionario di Intel è sceso del 4% dopo lannuncio sulle previsioni trimestrali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore